Attenzione

Sicurezza, i sindacati di Polizia: “Il Paese riparte, Savona rimane alla boa”

L'appello a Russo: "Occorrono subito rinforzi, per la città e per la sicurezza dei cittadini"

polizia di stato savona

Savona. “Sembra davvero che quella normalità di vita che tanto si era allontanata dal nostro orizzonte, all’improvviso sia ricomparsa alla nostra portata. I dati sembrano confermare la ripresa ed inequivocabilmente, per una volta, siamo noi a guidare questa corsa. La Polizia, tuttavia, sembra essere rimasta ancora ai blocchi di partenza. Soprattutto la Polmare e la Stradale”. Lo afferma Luigi Sanguinetti, segretario provinciale della federazione di Silp-Cgil e Uil Polizia.

Secondo Sanguinetti si tratta di “due specialità, fiore all’occhiello del dipartimento della pubblica sicurezza dimenticate, Incredibile ma è così. I colleghi sono allo stremo, i servizi ne risentono e quando tutto ripartirà, i danni, saranno ancora più evidenti”.

“Ecco cosa chiediamo in primis al nuovo sindaco a cui rivolgiamo le nostre congratulazioni per il risultato elettorale. Che la politica dimostri di voler davvero dedicarsi ad un territorio, quello savonese, martoriato da anni di crisi. Occorrono subito rinforzi, per la città e per la sicurezza dei cittadini”.

“Il ritardo accumulato è davvero tanto e non si può più attendere. Chiudiamo con un dato emblematico: nessun rinforzo è arrivato a questi due uffici e a breve i pensionati saranno così tanti che ne sarà compromessa la continuità”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.