Analisi

Savona, lista Sansa: “Civismo e politica, così si torna a vincere” fotogallery video

"Seme gettato alle regionali del 2020... E da un anno è nata una vera opposizione a Toti e al totismo"

Marco Russo eletto sindaco di Savona

Savona. “Perché Marco Russo ha vinto a Savona? Certo merito suo. Merito di un programma che ha avuto il tempo per nascere e crescere insieme con la gente. Merito, anche, di una squadra nuova e coesa. Ma in questa vittoria c’è una ricetta tutta ligure che dovrebbe interessare al resto d’Italia: la capacità di mettere insieme una proposta marcatamente civica e il sostegno di partiti e movimenti. Un apporto di idee e progetti, ma capace di rispettare l’autonomia dei candidati. Di rispettare lo spirito della proposta”.

E’ l’analisi dei componenti della lista Sansa in Regione sulla vittoria del centro sinistra alle elezioni comunali di Savona.

“È il seme dell’esperienza delle regionali 2020 che comincia a dare frutti: progetto civico e politica. Un’alleanza che tira fuori il meglio dei due approcci” affermano i consiglieri regionali Ferruccio Sansa, Roberto Centi e Selena Candia.

“Non solo: da un anno è nata una vera opposizione a Toti e al totismo. Un’opposizione fatta di critica molto serrata ai singoli atti di governo, di centinaia di interrogazioni e ordini del giorno”.

“Un’opposizione che vuole costruire un nuovo rapporto con i cittadini, uno spirito diverso, opposto rispetto a quello del centro destra”.

“Ma un’opposizione che è anche capace di fare proposte (sulla sanità, il lavoro, il Recovery e lo sviluppo sostenibile, tanto per fare qualche esempio)”.

“Civismo più politica, così nasce una proposta credibile. Il voto, la vittoria sono soltanto l’ultimo passo del cammino” concludono.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.