Differenze

Savona: al confronto di IVG Schirru porta i possibili assessori (ma senza Santi), Russo le menti dell’Agenda e “nasconde” la giunta

I candidati sindaco hanno potuto portare un massimo di 5 collaboratori

Confronto ballottaggio Sv

Savona.  Nel confronto organizzato da IVG in vista del ballottaggio del 17 e 18 ottobre tantissimi i temi portati all’attenzione dei candidati sindaco (e delle loro squadre) dai rappresentati delle diverse categorie della “società civile”. Porto, infrastrutture, viabilità e lavoro gli argomenti più trattati grazie alle domande di Paolo Canavese (direttore del porto di Savona), Andrea Pasa (segretario provinciale della Cgil) e di Susanna Alluigi del bar Haiti delle Fornaci.

Invece, sono rimasti marginali e lasciati alla fine dagli stessi candidati i giovani (Anna Magliano, sindaco dei ragazzi) e l’università (Simone Battista, ricercatore del Campus di Savona). Tra gli altri argomenti ci sono stati commercio, cultura, volontariato, turismo, sicurezza, sport e sono stati portati da Anna Solari e Alessandra Bernini (membri di giunta Ascom), Francesca Giacardi (Officine Solimano), Davide Pesce (Csv Polis), Pervinca Tiranini (imprenditrice), Silvano Tabò (presidente comitato di piazza del Popolo), Maurizio Maricone (presidente della Rarinantes).

Le domande sono state poste dagli 11 portatori di interesse e i candidati sindaco potevano rispondere in prima persona o avvalersi dell’aiuto dei collaboratori che avevano portato con loro (massimo cinque). Una differenza sostanziale nella scelta dei componenti dei gruppi da parte dei due contendenti: Russo ha portato alcune delle “menti” dell’Agenda che ha dato vita al Patto per Savona, Schirru, invece, ha scelto tutti candidati alla carica di consigliere comunale tra i quali ci potrebbero essere alcuni possibili assessori (Maurizio Scaramuzza, Fabio Orsi e Daniela Giaccardi).

Il candidato di centro sinistra chiarisce subito che tra i “suoi” non ci sono papabili assessori: “La giunta verrà annunciata nei tempi e nei modi appropriati, non è questa la sede per farlo”. E spiega che voluto dare risalto al suo progetto, filo conduttore della sua campagna elettorale: “Ho individuato i coordinatori dei gruppi di ricerca che hanno dato vita all’agenda che è il progetto che io sto portando avanti”. I nomi dei partecipanti con Russo sono: Marco Berbaldi (comunità), Francesco Rossello (sviluppo sostenibile), Nicoletta Negro (cultura), Ilaria Becco (città strategica), poi ci sarebbe dovuto essere anche Giorgio Masio che si è dedicato all’intera agenda ma a causa di un inconveniente non ha potuto essere presente.

Smentisce le voci che circolavano tra le file del centro destra di possibili screzi nella coalizione di centro sinistra per scegliere le persone da portare: “Nessuna lite interna. Ho scelto persone che hanno avuto un ruolo importantissimo”, risponde senza lasciare margini a dubbi.

L’avversario dello schieramento opposto resta vago sui futuri assessori: “Io ho fatto dichiarazioni solo su una persona e basta (Pietro Santi come vicensindaco) e non farò altri nomi. Sono tutti candidati e Maurizio (Scaramuzza, assessore allo sport della giunta Caprioglio) fa anche parte dell’amministrazione attuale”. Con Schirru erano presenti Francesca Accinelli (Lega), Fabio Orsi (Toti per Savona), Daniela Giaccardi (lista civica), Maurizio Scaramuzza (Lega) e Laura Barberis (Toti per Savona).

E Schirru spiega come mai ha scelto loro: “Volevo valorizzare i candidati, non ci sono logiche di partito“. E precisa ancora che la decisione è legata alla stretta collaborazione con loro: “Mi hanno aiutato in modo particolare a stilare il programma, non so se qualcuno entrerà a far parte della giunta”.

All’assessore uscente e record man di preferenze Pietro Santi gliene ha parlato ma lui ha declinato l’invito: “Mi ha risposto che preferiva che portassi dei giovani e delle persone che hanno avuto la voglia di collaborare veramente con me nel programma”.

IL CONFRONTO

leggi anche
Savona 2021, il dibattito dei candidati sindaco
A tutto tondo
Savona 2021, il dibattito tra i candidati sindaco/1: è scontro su pulizia, viabilità e turismo
Generico ottobre 2021
Ultimi incontri
Savona 2021, Schirru chiude la campagna elettorale con un tour nei quartieri: ecco le tappe
Russo Meles Russo
"errore"
Post contro Meles, Russo chiede scusa: “Un errore di un candidato in una campagna elettorale costruttiva”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.