Attacco

Regione, Vaccarezza: “In un anno di opposizione solo disinformazione e un vuoto pneumatico di proposte”

Così il capogruppo in Regione di "Cambiamo!"

Angelo Vaccarezza Regione

Liguria.  “Una conferenza stampa per presentare i risultati di un anno di opposizione? Forse sarebbe stato più opportuno un minuto di silenzio, visto il vuoto pneumatico in termini di proposte che è arrivato in questi mesi da Ferruccio Sansa e dai suoi compagni di merende, sempre pronti invece a disinformare i liguri per ritagliarsi un po’ di visibilità”.

Questo il commento alle parole pronunciate oggi in conferenza stampa dal capo dell’opposizione da parte di Angelo Vaccarezza, capogruppo di Cambiamo! e coordinatore regionale ligure del partito, e degli altri consiglieri arancioni.

“Anzitutto stupisce che Sansa parli di Savona come di una vittoria già acquisita – prosegue Vaccarezza – Non so su quali testi abbia studiato, ma c’è ancora un turno di ballottaggio e le regole della democrazia, cui Sansa ha dimostrato più volte di essere allergico, fanno sì che i savonesi sceglieranno il prossimo sindaco tra una decina di giorni. Capisco, tuttavia, che il collega consigliere debba ancora metabolizzare la peggior sconfitta elettorale della storia della Liguria da lui centrata solo un anno fa e quindi anche una parziale vittoria possa tornare utile. Quanto al suo contributo come capo dell’opposizione, io ricordo l’aver violato la quarantena da positivo al Covid, essersi presentato in Consiglio mentre era in attesa del responso di un test, la speculazione vergognosa sull’emergenza sanitaria, sulla quale ha fatto un’opera disinformazione senza precedenti, venendo puntualmente smentito dai fatti, ancora prima che dalle nostre repliche. Non ricordo null’altro che sia arrivato dai loro banchi”.

“Dopo un anno del genere – chiude Vaccarezza unitamente agli altri consiglieri di Cambiamo! – ecco rispuntare come un fungo, metafora che in questo caso calza alla perfezione, anche Claudio Burlando, che sino a pochi giorni fa veniva attaccato un giorno sì e l’altro pure dalle “inchieste” dello stesso Sansa. Adesso che per Savona si profila la possibilità di una vittoria, e quindi di poter mettere le mani sulle poltrone e su un bilancio comunale risistemato dopo che la stessa sinistra lo aveva lasciato in stato di pre-dissesto, ecco che i due vanno a braccetto. Altro che ‘valanga’ partita da Savona. Quello che emerge è il ritorno di una sinistra attaccata al potere, bramosa di occupare posti, litigiosa e costantemente divisa sulle questioni più importanti che riguardano la nostra Regione, che hanno condannato – al pari di Savona – ad anni di immobilismo, grigiore e conti in rosso. In tutto questo Sansa, anziché essere portatore di qualcosa di nuovo, è il maggior epigono di quella stagione. Ma i liguri lo sanno, lo hanno dimostrato in diverse occasioni e siamo certi lo faranno anche a Savona”.

Più informazioni
leggi anche
Segretario Generale Regione Pier Paolo Giampellegrini
Emendamento sotto accusa
Sansa: “Il segretario di Toti guadagnerà più del presidente della Repubblica”. Regione: “Polemica strumentale”
toti mangia focaccia
Affondo
Sansa all’attacco: “Dalla Regione 90mila euro per il meeting di Rimini? Si potevano assumere 3 infermieri”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.