Reazione

Raddoppio ferroviario, Tomatis (FdI): “Tavolo di confronto, no incarichi a persone senza competenze dirette”

Così il consigliere di minoranza albenganese con riferimento al nuovo incarico per la gestione delle infrastrutture conferito ieri dal sindaco Tomatis

Roberto Tomatis FdI

Albenga.  “Nulla da eccepire riguardo la serietà dei delegati ma sulla competenza in argomenti così seri non si scherza. Non bastava la delega affidata dall’amministrazione comunale per la valorizzazione dell’isola Gallinara che l’esecutivo guidato dal sindaco Riccardo Tomatis ha deciso di istituire una nuova figura anche per la gestione delle infrastrutture dedicata principalmente alla questione del raddoppio ferroviario. Come segreteria cittadina e come consigliere comunale vogliamo esprimere il nostro dissenso alle scelte di chi amministra la città con troppa superficialità”.

Arrivano da Roberto Tomatis, consigliere di Fratelli d’Italia, le accuse nei confronti dell’amministrazione comunale.

“Su un tema delicato come quello del raddoppio ferroviario – sostiene Tomatis – crediamo che sia più utile aprire un tavolo di confronto allargato con maggioranza e opposizione senza affidare ruoli o incarichi a persone che non hanno competenze dirette sulla materia. Conosciamo bene l’importanza di una infrastruttura come la ferrovia che oggi corre parallela alla costa”.

“A nostro avviso – conclude Tomatis – è meglio approfondire l’argomento con tecnici, con esperti in materia di infrastrutture, invitando il nostro assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino e lo stesso Vincenzo Macello, responsabile della Direzione investimenti di Rfi, che è stato nominato commissario ad hoc per questo intervento di cui si parla da decenni”.

Più informazioni
leggi anche
Generico ottobre 2021
Incarico
Albenga: il sindaco Tomatis conferisce la delega allo “Sviluppo infrastrutturale del territorio” al consigliere Munì
raddoppio ferroviario
Iter
Raddoppio ferroviario, entro fine anno il progetto definitivo: opera completa nel 2029

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.