Ritorno

Loano, il calcio sta per tornare. Il presidente Burastero alla vigilia dell’esordio: “Vogliamo riportare lo spirito di un tempo”

Le parole del presidente rossoblù alla viglia

Generico ottobre 2021

Non sarà una seconda categoria come le altre quest’anno: tante squadre in lotta per i vertici alti della classifica, poca sicurezza su chi potrà farcela.

Una cosa però è sicura. Domani farà il suo debutto il nuovo corso di una compagine storica per la nostra zona: la San Francesco Loano, ex Loanesi San Francesco, che ospiterà lo Yepp Albenga, anch’essa una novità.

Il neo presidente presidente, Diego Burastero, ha voluto dare un’anteprima di questo ritorno e, mentre i ragazzi di mister Enrico Sardo giocheranno, ci si può già aspettare un’atmosfera speciale attorno.

Un ritorno che non può che far piacere agli appassionati del calcio di zona: “Si tratta di una grande soddisfazione: sia per la società e sia per tutta Loano. Siamo riusciti a ripartire siamo contenti dell’organico, dello staff tecnico e di tutti i giocatori. C’è stato sin da subito tanto entusiasmo, basti pensare al fatto che la maggior parte dei ragazzi è proveniente proprio da Loano, o comunque hanno trascorso anni nella vecchia “Loanesi”.

La neonata San Francesco Loano si candiderà ad essere una papabile per la promozione, ma sarà così scontato? “Sicuramente non sarà un campionato facile: tante squadre si sono rafforzate, avendo già organici preparati ad affrontare un campionato di questo tipo; te lo dico anche quel che abbiamo potuto vedere in Coppa Liguria. La nostra ambizione, e non la nascondo, è quella di provare a salire di categoria per riportare lo spirito del calcio a Loano come è sempre stato: qui è una piazza abituata a lidi importanti e, un passo alla volta, vogliamo tornarci”.

Non solo il calcio a rendere speciale la domenica rossoblù: “Domani è una data importante, oltre che per l’inizio del campionato, anche per la cerimonia di consegna di un defibrillatore nel pre partita, donatoci dal Lions Club di Loano. Questo sta a significare l’importanza che danno città e associazioni limitrofe per il nostro progetto”.

Domani si segnala anche la presenza di molti bambini sugli spalti: “Siamo molto contenti delle adesioni dei piccoli per la scuola calcio: circa due anni fa siamo partiti con circa 40 bambini e ora ne abbiamo all’incirca un centinaio. Noi non ci vogliamo fermare però. Bisogna provare a ricreare tutte le leve giovanili, colmando quel vuoto creato in questi ultimi anno. Ringraziamo la parte della parrocchia che ci ha supportato, sia economicamente e sia a livello organizzativo, il comune, che ci sta aiutando molto per il nostro impianto”.

Insomma, una città unita per tornare grande: Loano domani inizia il suo percorso.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.