Da rifare

Loano 2021, Piccinini sul commercio: “Fallimentare la (non) azione di Lettieri come assessore”

"Dopo la chiusura di tanti alberghi, da molti anni vediamo sempre più locali commerciali vuoti, o che cambiano troppo frequentemente insegna"

Giacomo Piccinini Loano

Loano. “Dopo la chiusura di tanti alberghi, da molti anni vediamo sempre più locali commerciali vuoti, o che cambiano troppo frequentemente insegna. Basterebbe questo per capire quanto sia stata fallimentare la (non) azione dell’assessore alle attività produttive uscente e candidato sindaco Luca Lettieri”. È questa l’amara e inattaccabile constatazione di Giacomo Piccinini, candidato sindaco della lista Nuova Grande Loano.

“Un disastro che coinvolge negozi, bar, ristoranti e tutte le attività produttive esistenti ed impedisce la creazione di nuove realtà economiche, con le pesanti ricadute che ben si conoscono sul numero di posti di lavoro. Come al solito chi ne paga le conseguenze sono tutti i cittadini, perché l’effetto domino di un’economia al ribasso finisce, prima o poi, per colpire chiunque, dall’avvocato al muratore, dall’idraulico al proprietario di immobili. Chiunque. Tutte persone che pagano tasse al Comune in cambio del nulla o poco più – prosegue Piccinini – Non si dia la colpa alla pandemia, ha solo accresciuto una sofferenza maturata negli anni. Una difficoltà dell’economia locale vissuta e lamentata da tutti, mai recepita e affrontata da chi in qualità di assessore al commercio avrebbe dovuto risolverla. Forse, ispirato da Salvini, ha pensato che postare un selfie davanti ad un negozio fosse occuparsi del commercio.”

“Adesso bisogna intervenire rapidamente per riparare i danni. La lista Nuova Grande Loano ha già pronto un programma di interventi a 360 gradi – assicura il candidato sindaco Giacomo Piccinini – Il decoro di Loano è, anche in questo caso, basilare così come sono irrinunciabili gli eventi di intrattenimento tipo la Notte Bianca e le altre iniziative da svolgersi nei periodi di massima affluenza turistica. L’offerta turistica deve essere ampliata, resa più variegata per avere turisti in tutti i periodi dell’anno.Anche le attività con sede lontano dal centro vanno aiutate con interventi specifici a secondo della zona in cui si trovano. Serve però andare oltre”.

“Ascoltati i problemi grandi e piccoli delle attività, l’assessorato deve supportarle anche in termini di consulenza, deve saper offrire un servizio di analisi delle difficoltà e orientamento alle soluzioni, per aiutare a superare un eventuale momento di crisi. Stesso sostegno per chi abbia un’idea imprenditoriale così che possa trovare nel Comune l’assistenza necessaria per svilupparla. Sono tante le persone che adeguatamente supportate potrebbero far nascere realtà economiche di successo.”

“Loano va fatta conoscere, sponsorizzata con specifiche strategie. Serve rinnovare la presenza di Loano in rete, con un sito unico strutturato con intelligenza, che sia di rapida e facile consultazione, e dove trovi spazio anche una promozione efficace delle attività loanesi” – continua il candidato sindaco Piccinini.

“Una delle tante cose che non sono state capite dagli assessori uscenti è che tutti i settori sono interconnessi, che devono lavorare all’interno di un disegno strategico strutturato, pensato, organizzato. Un esempio fra tanti: se si incrementa il turismo legato allo sport aumenteranno anche le richieste di articoli e sevizi specifici, creando nuove attività e posti di lavoro. È un ragionamento semplice, ma finora non è stato fatto, e tanto meno applicato. Adesso assessori svogliati e chiaramente inadeguati al ruolo si ricandidano, così da poter rovinare quello che di buono non hanno ancora distrutto.”
“La Lista Nuova Grande Loano – Piccinini Sindaco è la vera, unica opportunità per cambiare in meglio Loano e la vita di chi ci vive. Lo stiamo già dimostrando con le nostre idee e con i nostri progetti. I Loanesi devono solo votarci per vivere finalmente tutti in una Nuova Grande Loano”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.