Segnali positivi

Lavoro, il vaccino spinge la ripresa nel savonese: impennata di assunzioni tra ottobre e dicembre

Secondo l’elaborazione della Camera di Commercio, saranno oltre 4mila: un dato superiore a quello del periodo pre Covid

colloquio

Savona. L’Italia, e anche la provincia di Savona, stanno ripartendo. Dopo la terribile crisi causata dal Covid-19, la riduzione dei contagi, l’allentamento delle restrizioni, la campagna vaccinale e il green pass che sembra scongiurare possibili nuovi lockdown e chiusure stanno producendo i loro frutti. Arrivano, infatti, i primi segnali positivi anche dal mondo del lavoro, a partire dal numero di assunzioni che si prevedono entro la fine dell’anno.

Se in Italia si parla di quasi mezzo milione di nuove occupazioni, secondo le elaborazioni della Camera di Commercio che si basano sull’indagine Excelsior, realizzata da Unioncamere e dall’ANPA, tra ottobre e dicembre 2021 in Liguria saranno 10.900, di cui circa il 41% (4.450) solo nel Savonese.

Un dato che risulta importante soprattutto se paragonato ai due anni precedenti e soprattutto all’epoca pre pandemia. È, infatti, superiore a quello dell’ultimo trimestre del 2020, quando le previsioni parlavano di 2.700 nuove assunzioni (quindi 1.570 in meno rispetto ad oggi) e anche dello stesso periodo del 2019, quindi prima che il Covid entrasse nelle nostre vite e nella nostra economia: due anni fa, i numeri previsti erano inferiori di ben 770 unità, ovvero del 18%.

“La previsione occupazionale nel nostro territorio – è il commento di Enrico Lupi, presidente della Camera di Commercio – per gli ultimi mesi di questo 2021 è in crescita e risulta superiore a quelle registrate negli anni precedenti, segno che la ripartenza post Covid-19 si va rafforzando, anche in considerazione dell’aumento della popolazione vaccinata, con conseguente aumento del fabbisogno di personale da parte delle imprese”.

Di queste 4.450 nuove assunzioni, 1.570 sono previste nel mese di ottobre. La maggior parte nel settore dei servizi di alloggio e ristorazione (250), seguono poi il commercio (200), le costruzioni e il settore dedicato ai servizi alle persone (170) e le industrie meccaniche ed elettroniche (160).

Importante il ruolo svolto dalle piccole imprese: in base alla classe dimensionale, circa il 66% delle nuove assunzioni riguarderà infatti imprese con meno di 50 dipendenti.

imprese
Entrate previste per classe dimensionale di impresa

Per quanto riguarda le figure che verranno assunte, soltanto il 14% saranno dirigenti, specialisti e tecnici (quota nazionale pari al 20%), il 7% impiegati, il 26% professionisti commerciali e dei servizi, mentre ben il 41% operai, specializzati e conduttori impianti. Il 12% delle nuove assunzioni riguarderà invece profili generici. Anche se in 38 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati.

profili
Assunzioni previste per tipo di profilo

Il titolo di studio richiesto sarà per l’8% dei nuovi assunti la laurea, per il 29% il diploma scuola media superiore, per il 23% dei casi la qualifica o il diploma professionale, mentre per il 38% non sarà richiesto alcun titolo di studio.

E quali saranno le tipologie di contratto? Nel 15% dei casi le entrate saranno con contratti a tempo indeterminato e per il 6% con contratto di apprendistato, mentre per il restante 79% si tratterà di contratti a termine.

contratti
Contratti previsti per le nuove assunzioni di ottobre

Secondo l’elaborazione della Camera di Commercio, le nuove assunzioni riguarderanno solo per il 27% i giovani con meno di 30 anni.

“La Camera di Commercio intende intensificare l’attività di elaborazione di dati attraverso il suo Ufficio Studi – aggiunge Marco Casarino, segretario generale della Camera di Commercio – attività che consente di valorizzare il ruolo di monitoraggio e analisi dell’economia del territorio e che viene tradizionalmente svolta dal sistema camerale. I dati sono raccolti in pubblicazioni statistiche messe a disposizione di tutti gli utenti”.

leggi anche
Generica
Aaa cercasi
Lavoro, nel savonese previste 4.650 assunzioni ma oltre il 60% saranno a tempo determinato

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.