Indagine

Fungaiolo morto, fatale una caduta e le gravi lesioni: aperta inchiesta

Accertamenti in corso sulla tragica morte dell'anziano residente a Finale Ligure: possibile anche un malore

nucleo cinofilo vvff

Calizzano. Sono ancora in corso gli accertamenti investigativi sulla morte del fungaiolo disperso da ieri e ritrovato cadavere nei boschi di Calizzano. Sul posto stanno ancora operando carabinieri forestali, nucleo SAF dei vigili del fuoco e personale del soccorso alpino.

Il corpo privo di vita è stato individuato alle 13.48, in una zona particolarmente impervia, al confine con il territorio di Garessio.

Secondo quanto appreso, E.G., 88 anni, sarebbe stato vittima di una rovinosa caduta nell’area boschiva, precipitando poi in una scarpata dopo un volo di alcuni metri. Resta da appurare se il decesso sia stato provocato dal trauma cranico e dalle gravi lesioni riportate a seguito della medesima caduta, oppure se l’anziano sia stato colpito prima da un malore improvviso che lo ha fatto poi cadere nel dirupo sottostante alla stradina boschiva.

Solo l’autopsia potrà sciogliere i dubbi sulle cause esatte della morte, arrivata dopo ore e ore di ricerche che hanno visto impegnati protezione civile e cinofili, una ventina di vigili del fuoco con il nucleo Saf, il soccorso alpino, gli operatori di ricerca e soccorso Smts della Croce Rossa, un elicottero, tre unità di comando locale e i carabinieri di Calizzano.

In relazione al ritrovamento del cadavere è stata aperta una indagine, in attesa del possibile esame autoptico sul corpo dell’88enne: la sua morte resta comunque una tragedia, sulla quale si dovrà fare ancora chiarezza.

L’uomo, residente a Finale Ligure, sarebbe partito di casa nella giornata di ieri, intorno all’ora di pranzo, ma poi di lui più nessuna notizia. E’ stata la sorella a dare l’allarme intorno alle 19.30, facendo scattare la procedura e la macchina dei soccorsi per le persone disperse, con le prime ricerche iniziate nei boschi dietro al ristorante “Villa Elia” dove l’anziano era solito dirigersi alla ricerca di funghi.

Al vaglio degli inquirenti anche l’ora esatta della morte, infatti, non viene escluso, che l’anziano non sia deceduto immediatamente dopo la caduta, sul colpo, ma nelle ore successive al probabile incidente.

Stando ai primi riscontri sul cellulare dell’88enne gli ultimi contatti con i familiari risalgono intorno alle 14.00 di ieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.