Sport

Coppa da “dieci” per la Priamar, Bresci: “La qualità non basta, mai abbassare la guardia”

Squadra dalle molteplici soluzioni e dalla rosa ampia, la Priamar Liguria dovrà evitare di peccare di presunzione

L’obiettivo è la promozione in Prima Categoria. La strada da seguire è quella del gioco e della concentrazione, da non perdere anche quando di fronte ci sono avversari molto meno attrezzati come la neonata compagine White Rabbit United.

Dieci goal fatti e soltanto uno subito in due partite sono un bottino soddisfacente. “Ho chiesto ai ragazzi un atteggiamento analogo a quello della partita contro il Dego. Abbiamo buttato alcuni palloni all’inizio e dopo un primo quarto d’ora che non mi è piaciuto siamo poi andati alla grande trovando le giuste linee di passaggio”, commenta Alessio Bresci.

Una squadra forte in tutti i reparti, con piedi buoni distribuiti in maniera omogenea in campo, visto che la difesa potrà contare anche su Daniele Dalpiaz, ieri assente. “Non dobbiamo mai abbassare la guardia – prosegue – nella ripresa siamo partiti male i primi cinque minuti come nel primo tempo”.

Tra le note particolarmente liete, la prestazione del classe 2004 Luca Bianchi, due goal in altrettanti match e ieri una prestazione maiuscola sulla fascia. “Già due anni fa avrei voluto farlo esordire – conclude – il mister Luca Fiorio dei 2004 ha fatto un grosso lavoro. Luca è un giovane molto interessante, che dovrà tenere questo tipo di testa”.

leggi anche
Generico ottobre 2021
Live
Seconda Categoria, Priamar a valanga, White Rabbit sussulto nel finale

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.