Dati e analisi

Alassio, TPL Linea chiarisce sul trasporto scolastico e scrive al sindaco Melgrati

Dopo le preoccupazioni espresse dal primo cittadino ecco la situazione reale nel comprensorio alassino

Tpl Linea Sede

Alassio. Lettera aperta di TPL Linea sulle recenti preoccupazioni espresse dal sindaco di Alassio Marco Melgrati su presunti autobus stracolmi e mezzi presi d’assalto alle fermate.

“Dopo aver appreso quanto da Lei dichiarato e vista la Sua nota pervenuta all’azienda oggi pomeriggio, siamo a precisare quanto segue, ribadendo la nostra massima disponibilità ad un incontro per meglio comprendere la situazione da Lei segnalata. Rimarchiamo che il piano tecnico di TPL Linea per il trasporto scolastico è stato condiviso con il Prefetto, i sindaci e tutte le scuole, anche alla luce dell’esperienza e dei dati relativi allo scorso anno, e sulla base del contratto di esercizio sottoscritto con la Provincia di Savona” afferma nella missiva il direttore dell’azienda di trasporto savonese Giovanni Ferrari Barusso.

“Precisiamo che le esigenze emerse nella conferenza con i sindaci sono state tenute in considerazione da TPL Linea, che ha sempre prontamente risposto alle richieste del territorio: abbiamo progettato una pianificazione organica e strutturata – modulabile con quello che sarà il definitivo orario delle scuole”.

“In particolare, abbiamo considerato il rientro a scuola del 100% degli studenti, con una capienza degli autobus all’80% del totale previsto da carta di circolazione (per un autobus 12 metri equivale a circa 75/80 passeggeri). Abbiamo tenuto conto del numero di studenti iscritti in ciascun istituto (dato da ufficio scolastico provinciale), della provenienza degli studenti suddivisa per istituto scolastico e del monitoraggio svolto dall’ufficio scolastico provinciale in merito ai mezzi di trasporto utilizzati dagli studenti per raggiungere gli istituti”.

“Precisiamo che l’analisi condotta dall’azienda sull’andamento del trasporto scolastico potenziato, non ha messo in luce particolari criticità strutturali: TPL Linea ha svolto un lungo e difficile lavoro per garantire la massima sicurezza sanitaria agli studenti grazie ad un potenziamento e un adeguamento del servizio senza precedenti, con una armonizzazione e riprogrammazione di corse e orari in entrata e uscita dalle scuole elaborato per evitare assembramenti”.

E ancora: “Nel merito dei dati e dei flussi sulla situazione alassina, evidenziamo che l’istituto Giancardi di Alassio ha circa 475 iscritti e, considerando il monitoraggio, il trasporto pubblico viene utilizzato da circa 330 studenti”.

“Sulla base di questo, il servizio offerto è il seguente: due corse in partenza da Andora per Alassio alle ore 7.30 garantendo circa 145 posti a fronte di una domanda di circa 60 utenti (considerando anche una quota degli studenti in arrivo dalla Provincia di Imperia) – con un margine di circa 85 posti. E ancora quattro corse in arrivo da Albenga, di cui: una in partenza alle 6.57 da Finale Ligure (autobus 18 m); un’altra in partenza alle 7:05 da Pietra Ligure; un’altra ancora in partenza alle 7:15 da Loano (autobus 18 m); infine una in partenza dalla stazione di Albenga alle 7:40”.

“Questi quattro autobus garantiscono circa 385 posti a fronte di una domanda di circa 225 utenti: si ha quindi un margine di circa 160 posti. A questo si aggiungono anche due corse in partenza da Villanova per Alassio rispettivamente alle 7.35 e 7.40, utilizzati dagli studenti residenti a Villanova e relativo entroterra (compreso entroterra imperiese). Con questo servizio vengono offerti circa 80 posti a fronte di una domanda di circa 40 utenti: si ha quindi un margine di circa 40 posti, disponibili anche per gli studenti diretti alle scuole medie”.

“Per quanto riguarda il servizio di ritorno, sino a venerdì erano in vigore gli orari provvisori dell’Istituto e quindi abbiamo cercato di adattare il servizio precedente” aggiunge ancora il direttore Barusso.

“Riassumiamo inoltre, in questa tabella, gli esiti dei monitoraggi eseguiti in data odierna alla fermata centrale di Alassio, da cui si evince un totale stato di sicurezza:

1. AUTOBUS IN DIREZIONE ANDORA – FINALE:
– transito alle 7.16: 31 passeggeri (capienza 56);
– transito alle 7:23: 60 passeggeri (capienza 86);
– transito alle 7:23: 58 passeggeri (capienza 131);
– transito alle 7.52: 18 passeggeri (capienza 56);
– transito alle 8.00: 11 passeggeri (capienza 77);

2. AUTOBUS IN DIREZIONE FINALE – ANDORA:
– transito 7:34: 28 passeggeri (capienza 77);
– transito 7:51 (autobus diretto all’Ist. Giancardi): 31 passeggeri (capienza 72);
– transito 7:52 (autobus diretto all’Ist. Giancardi): 18 passeggeri (capienza 125);
– transito 7.53: 30 passeggeri (capienza 131);
– transito 8:01: 8 passeggeri (capienza 77);
– transito 8:03 (autobus diretto all’Ist. Giancardi): 3 passeggeri (capienza 59)”.

“Con gli orari definitivi cercheremo di adattare il servizio in base alla domanda, che verrà monitorata nei prossimi giorni. Questa attività è necessaria in quanto l’istituto Giancardi ha cambiato gli orari di uscita rispetto allo scorso anno, e ciò comporta un’analisi aggiuntiva, di cui si era già discusso nel piano prefettizio presentato ad inizio settembre”.

“Infine, riteniamo opportuno segnalare eventuali nuove criticità preventivamente e tempestivamente all’azienda, per confrontarsi nuovamente e trovare una soluzione condivisa; ovviamente non si può dare un riscontro all’esigenza specifica di una singola persona, ma serve rapportarsi come sempre con sindaci e istituti scolastici”.

“TPL Linea, in ultimo, non nasconde possibili problematiche che, però, specie nel contesto attuale, vanno affrontate e risolte nel quadro di una concertazione e dialogo continuo con l’azienda di trasporto” conclude nella lettera il direttore di TPL Linea.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.