Savona 2021, i candidati sindaco incontrano l'associazione Usei: "Integrazione e partecipazione al futuro della città" - IVG.it
Confronto

Savona 2021, i candidati sindaco incontrano l’associazione Usei: “Integrazione e partecipazione al futuro della città”

L'incontro in vista del voto per le elezioni comunali

usei arte Antonio Garcia Alessandro Revello Sabrina Petroni

Savona. L’associazione USEI-APS (Unione di Solidarietà degli Ecuadoriani in Italia-APS), è impegnata nella realtà sociale degli immigrati, non solo ecuadoriani, da circa 13 anni e conta più di 500 iscritti tra ecuadoriani, italiani e di molte altre nazionalità, ha voluto far conoscere cosa significhi oggi questa realtà.

Per questo, una volta avviata la campagna elettorale per eleggere la nuova amministrazione politica della città di Savona, ha invitato tutti i candidati sindaco ad un incontro con i membri della realtà associativa dell’USEI-APS. Dei cinque candidati ad occupare la poltrona di piazza Sisto, quattro di loro hanno accettato questo invito, nel seguente ordine: Angelo Schirru, Marco Russo, Luca Aschei e Francesco Versace, che hanno visitato nei giorni scorsi la sede dell’USEI a Savona e hanno avuto modo di conoscere questa realtà sociale, fatta non solo di stranieri ma anche di italiani, in una chiara ed evidente dimostrazione di integrazione e cooperazione congiunta.

Antonio Garcia, presidente dell’USEI-APS, ha espresso la necessità che la politica cominci a “vedere il futuro con gli occhi degli immigrati”. Garcia assicura che per proporre un vero cambiamento bisogna interagire con tutte le realtà presenti sul territorio, anche con quella straniera”.

“Non possiamo sempre aspettare che le amministrazioni forniscano le soluzioni necessarie, senza prenderci noi stessi la responsabilità di contribuire perché questo avvenga” continua Garcia.

L’USEI-APS, con questi incontri, ha voluto mettersi preventivamente a disposizione di chi si occuperà della grande responsabilità di condurre questa città nel prossimo futuro, per sapere “cosa possiamo fare noi per la città e non il contrario, facendoci parte della soluzione e non del problema” conclude Garcia.

Tutti i candidati hanno preso atto favorevolmente della posizione di USEI, impegnandosi per un’attenzione ai problemi esposti ed una proficua collaborazione: “Nell’ottica di una sempre maggiore integrazione, due dei suoi soci si sono messi a disposizione della città, candidandosi in due liste diverse. A loro va il ringraziamento di tutto il sodalizio, sperando che possano lavorare per l’attuazione di quella integrazione che è uno dei pilastri del programma di USEI e nel contempo contribuire al miglioramento della città”.

“Infine, l’USEI-APS esprime le sue congratulazioni a coloro, che da nuovi cittadini italiani, si sono assunti la responsabilità di partecipare alla vita politica di questa città e di questa nazione, dimostrando che ottenere la cittadinanza italiana non è solo un simbolo di status, ma di impegnata responsabilità con il futuro di ciò che rappresenta per loro la loro seconda patria. In USEI-APS incoraggiamo sempre più cittadini stranieri a rendersi disponibili per costruire una politica più aperta e inclusiva”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.