Replica

Mai e Brunetto replicano a Fratoianni: “Le piazze non possono essere in mano a immigrati violenti, sbandati o spacciatori”

"La sicurezza per noi è e rimane una priorità. Ci chiediamo dove viva il segretario di Sinistra Italiana"

Brunetto Mai

Liguria. “La sicurezza per noi è e rimane una priorità. Ci chiediamo dove viva il segretario di Sinistra Italiana, che non si è mai opposto all’immigrazione clandestina e oggi a Savona ha attaccato duramente Matteo Salvini arrivando a negare l’allarmante fenomeno che ha invaso diverse città, anche in Liguria”. E’ questa la replica dei consiglieri regionali della Lega Stefano Mai e Brunello Brunetto alle dichiarazioni del leader di Sinistra Italiana di questa mattina durante la sua visita a Savona.

“Non possiamo più permettere – continuano i due consiglieri del Carroccio – che le piazze continuino a essere in mano a immigrati violenti, sbandati, spacciatori di droga, che come accade a Savona arrivano perfino a sfasciare i locali pubblici e mettono in pericolo l’incolumità dei cittadini, i quali, giustamente, talvolta hanno paura perfino a camminare nelle loro strade”.

“Occorre – concludono – quindi la massima attenzione sull’allarmante fenomeno con un maggiore impegno da parte della magistratura e un rafforzamento delle forze dell’ordine, che comunque ringraziamo perché ogni giorno, con ogni mezzo, provano a garantire la sicurezza dei savonesi”.

leggi anche
Fratoianni a Savona
Diretto
Il leader di Sinistra Italiana Fratoianni a Savona: “Salvini cialtrone. È la destra ad aver rovinato la città”
maria gabriella branca
Ir-realtà
Sicurezza a Savona, Branca a Mai e Brunetto: “Le responsabilità per piazza del Popolo sono del malgoverno di Lega e centrodestra”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.