Incendio a Cisano, il rogo è ancora attivo: prosegue la battaglia con le fiamme - IVG.it
Continua a bruciare

Incendio a Cisano, il rogo è ancora attivo: prosegue la battaglia con le fiamme fotogallery

Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco, con l'alba riattivati anche i mezzi aerei

Cisano sul Neva. Continuano a bruciare i boschi intorno a Cisano Sul Neva. Nonostante il duro lavoro dei vigili del fuoco e dei volontari, al termine della notte le fiamme sono ancora attive.

Sul posto, oltre a diverse squadre di pompieri, i volontari dell’antincendio boschivo, gli uomini della protezione civile e della polizia di Stato, i carabinieri e la sezione forestale dei carabinieri. Con l’arrivo del giorno riprendono anche le attività aeree. L’incendio continua a svilupparsi su 3 fronti distinti, tutti sulle alture di Cisano Sul Neva. Al momento non è ancora chiara l’origine del rogo: delle indagini si occuperanno i carabinieri forestali.

I fronti di fuoco restano 3, esattamente come ieri – spiega il comandante provinciale dei vigili del fuoco Emanuele Gissi – L’incendio risulta confinato, è stato delineato un perimetro, ma purtroppo non si può ancora definire sotto controllo. In questo momento stanno operando un centinaio di uomini, gli stessi numeri circa di ieri, con i vigili del fuoco di Savona e il supporto di 5 squadre da Genova. Mentre ieri hanno lavorato 3 elicotteri (poi uno dirottato su Imperia) e 3 canadair, al momento questa mattina sul posto abbiamo due elicotteri ed un canadair. Nel frattempo sono giunti in supporto anche 20 volontari da Imperia”.

“La criticità più grossa della notte, vista anche l’assenza dei mezzi aerei – prosegue – si è registrata nella zona del canile di Enesi, ma i nostri vigili del fuoco, anche grazie all’utilizzo di un mezzo aeroportuale, un Dragon dall’aeroporto di Villanova d’Albenga, sono riusciti ad evitare danni alla struttura e possibili evacuazioni. Permane per i cittadini, anche nella giornata odierna, l’inaccessibilità di alcune strade e vie di comunicazione, in particolare quelle sopra le quali stanno continuando ad operare i mezzi aerei. Anche oggi l’attenzione principale viene rivolta ad evitare che nuovo focolai possano minacciare le abitazioni”.

Dopo la grande paura di ieri quindi non ci sono pericoli immediati, al momento, per le abitazioni di Cenesi, Enesi e Piccaro. Diverse le persone sfollate (qui le loro testimonianze). “E’ successo tutto nell’arco di pochi minuti – racconta una donna che abita nella zona in cui è scoppiato l’incendio – ho visto nell’aria numerosi aghi di pino, situazione insolita, sono uscita e ho visto l’inferno. Il fuoco era a qualche decina di metri dalla mia proprietà”.

“Ho sentito quasi immediatamente la sirena dei pompieri, e i camioncini delle protezioni civili. Sono stati tutti molto celeri e operativi. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno prestato il loro servizio in questa drammatica giornata; questo l’ennesimo disastro ambientale” conclude la donna.

LE IMMAGINI DELL’INCENDIO

leggi anche
Generico settembre 2021
Tanta paura!
Incendio Cisano, le drammatiche testimonianze degli sfollati: “Forse doloso, prima uno scoppio poi l’inferno”
tomatis incendio cisano
Paura
Incendio Cisano, il sindaco Tomatis: “Un disastro, sarà una battaglia ancora molto lunga”
incendio cisano
Lotta continua
Incendio Cisano, la battaglia non è ancora finita: “Effetti devastanti su piante e animali selvatici”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.