Commento

Green Pass, Toti: “Rilasciarlo solo col vaccino e non col tampone”

"Il vaccino è uno strumento obbligatorio per garantire serenità al paese nei prossimi tempi"

toti green pass

Liguria. Intervistato a Stasera Italia su Rete4, il presidente della Liguria Giovanni Toti ha affermato: “Credo che il green pass nel medio periodo dovrebbe essere attribuito solo attraverso vaccino e non il tampone“.

Il green pass, argomenta Toti, “è uno strumento di diagnostica, un po’ come il termometro. Il termometro mi dice se ho la febbre, la Tachipirina la cura e la abbassa. Il tempone mi dice se ho il Covid, ma il vaccino fa sì che non finisca in ospedale o comunque che non muoia. Siccome i numeri sono chiarissimi credo sia un dibattito sul nulla”.

“Il governo ci ha informati che approverà un decreto per rendere il green pass obbligatorio sui posti di lavoro pubblici e privati“, hanno confermato i sindacati dopo l’incontro col governo. Sui tempi dell’entrata in vigore dell’estensione del green pass per i lavoratori pubblici e privati dal governo “hanno parlato genericamente del mese di ottobre ma non hanno indicato date. Hanno detto che è una decisione non ancora assunta”, ha aggiunto il segretario generale della Cgil Landini. Così come, ha proseguito, “non ci hanno detto che sicuramente domani (oggi per chi legge ndr)” arriverà il decreto in consiglio dei ministri, e “che stanno decidendo e valutando” anche alla luce di questo confronto. La cabina di regia di governo sul nuovo decreto per l’estensione dell’obbligo di green pass è convocata stamattina alle 10.30 a Palazzo Chigi. E oggi potrebbe arrivare un decreto unico per dipendenti pubblici e privati.

L’oggetto del contendere è soprattutto politico. “C’è un dibattito elettorale – riconosce Toti -. Nella Lega c’è una parte che appoggia il governo Draghi e una parte che non lo appoggia, tutto questo è fisiologico alla democrazia. Ma se stiamo ai numeri con cui il Governo e i ministri si devono confrontare, ci dicono che coi vaccini gli ospedalizzati calano di 15 volte se andiamo a vedere i picchi del Covid, in terapia intensiva non c’è nessuno con la doppia dose se non casi di estrema rarità. Pertanto è uno strumento obbligatorio per garantire serenità al paese nei prossimi tempi”.

“Chi non può vaccinarsi ha il diritto al tampone gratuito – conclude il governatore – ma chi decide di non farlo per un vezzo o perché crede che Aifa, Ema, tutti i medici, gli universitari, il Governo e il presidente della Repubblica gli mentano, ha libertà di dirlo, ma non c’è politica che possa spostare questa tesi”.

leggi anche
Alla Suerte una serata dedicata ai giovani con il Green Pass
Regole e sanzioni
Green pass, da ottobre obbligatorio sul lavoro: multa fino a 1.000 euro per chi non ce l’ha
Giovanni Toti
Sicurezza
Green pass, Toti: “Sui posti di lavoro come norme antinfortunistica. Auspico da governo estensione dell’obbligo”
Alla Suerte una serata dedicata ai giovani con il Green Pass
Modifiche
Green pass, guariti e vaccinati con una sola dose: ecco come cambiano le regole

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.