Green Pass, in arrivo l'obbligo per tutti i dipendenti: prima i pubblici poi i privati - IVG.it
Ci siamo

Green Pass, in arrivo l’obbligo per tutti i dipendenti: prima i pubblici poi i privati

Giovedì il decreto in Consiglio dei ministri, la misura scatterebbe da ottobre per dare tempo a tutti di vaccinarsi

verificaC19 - green pass

Roma. Il decreto che prevede l’obbligo di essere in possesso di green pass per tutti i dipendenti pubblici, i lavoratori delle società partecipate dallo Stato, dei tribunali e degli organi costituzionali, passerà in consiglio dei ministri giovedì. E già la prossima settimana la misura potrebbe essere estesa a tutti i dipendenti privati, coprendo di fatto tutti i lavoratori, compresi in parte anche autonomi e professionisti.

L’obbligo partirà alla metà di ottobre, per dare il tempo a chi non ha fatto ancora la prima dose di vaccinarsi. E ci saranno sanzioni severe, pecuniarie e amministrative, per chi non ha il certificato verde.

È stato Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico e capo delegazione della Lega. in linea coi governatori del Nord e opposto alla linea di Matteo Salvini, a spianare la strada al governo Draghi. Imporre il green pass in tutte le aziende “è un’ipotesi in discussione”, ha detto ieri Giorgetti, per dare una certezza alle imprese ed evitare che tornino a chiudere.

Giovedì si terrà il consiglio dei ministri preceduto con ogni probabilità da una cabina di regia. Insieme all’obbligo di green pass dovrebbe essere istituito anche il fondo per risarcire chi ha avuto danni a causa del vaccino, come chiesto dalla Lega.

Il perimetro della nuova estensione sarà ampio, andrà oltre i 1,2 milioni di dipendenti della pubblica amministrazione finora stimati, perché si includeranno tutti i soggetti elencati dall’Istat, dunque gli enti pubblici (tranne quelli economici) e le società partecipate, come le Poste. Dovrebbe esserci una norma per gli organi costituzionali, con rinvio alla loro autonomia, mentre per i tribunali dovrebbero essere disciplinati specifici aspetti. Ad ogni modo, dal momento che non si tratta di un obbligo vaccinale, il green pass non dovrebbe essere imposto per accedere agli sportelli pubblici, né alle parti processuali.

Quanto alle sanzioni per i dipendenti pubblici senza il pass, la parola d’ordine è severità. Il modello potrebbe essere la scuola: multe dai 400 ai mille euro e la sospensione della prestazione lavorativa – e quindi dello stipendio – dopo cinque giorni di assenza ingiustificata dal lavoro.

Più informazioni
leggi anche
Giovanni Toti
Auspicio
Green pass, Toti a favore dell’obbligo a tutti i lavoratori: “Spero arrivi al più presto”
Primo giorno per il Green Pass obbligatorio
Reazioni
Green Pass obbligatorio per bar e ristoranti, ad Albenga c’è chi dice no: “Niente vaccino. È un diritto non un dovere”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.