Ancora disagi

Finale Ligure, con il via alle scuole torna la polemica sul traffico in via Dante

Il gruppo di minoranza "Le Persone al Centro" torna all'attacco dell'amministrazione Frascherelli: "Non si è fatto nulla per trovare una soluzione"

traffico finale ligure

Finale Ligure. Con l’inizio dell’anno scolastico irrompe nuovamente la polemica sul traffico e la viabilità in via Dante a Finale Ligure, letteralmente in tilt durante le prime ore del mattino e con pesanti disagi per automobilisti e lo stesso trasporto scolastico.

Il congestionamento viario della via finalese, sulla qualche converge la mobilità è da tempo al centro di critiche e proposte. Il gruppo di minoranza “Le Persone al Centro” tornano a pungere l’amministrazione Frascherelli: “Non si è fatto ancora nulla per trovare una soluzione al problema”.

“E’ bastato attendere il secondo giorno di scuola, due gocce di pioggia, ed ecco via Dante (fino a via Fiume) nuovamente bloccata con conseguente disagio per molti cittadini fin oltre le 9 del mattino, il periodo in cui le persone hanno più necessità di muoversi” sottolinea il consigliere Paolo Folco.

“Come può questa amministrazione continuare a far finta di niente, lasciare i cittadini in coda al mattino mentre vanno a lavorare o ad accompagnare i figli a scuola?”.

“Una possibile soluzione c’è, da tempo, la riproponiamo: aprire il transito ai veicoli da Porta Testa dalle 6.00 alle 9.00, solo per mezzi leggeri (autovetture), nei giorni scolastici e in aderenza con l’attuale orario di ingresso nel Borgo”.

“Sentite le parti e con un po’ di spirito amministrativo, nulla vieta di proporre altre soluzioni: ad esempio un potenziamento della rete scuolabus, uno sfasamento degli orari scolastici o ipotizzare qualche cambio alla viabilità della zona. Purtroppo, però, il sindaco e l’assessore Guzzi restano immobili, nascondendosi dietro una “scelta politica” e lo sbandieramento di grandi opere pubbliche”.

“Il risultato è un continuo disagio per i cittadini intrappolati in coda nella totale indifferenza dell’amministrazione comunale ed un bel rischio nel caso servisse un transito veloce dei mezzi di soccorso”.

“Adesso, finalmente, capiamo lo slogan dell’assessore Guzzi “dal passaggio al passeggio”: a Finale si fa prima ad andare a piedi!” conclude ironicamente l’esponente di opposizione consiliare.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.