Celle Ligure, a Terrenin torna a splendere la Cappella di Nostra Signora di Misericordia  - IVG.it
Dopo 25 anni

Celle Ligure, a Terrenin torna a splendere la Cappella di Nostra Signora di Misericordia  fotogallery

È rimasta chiusa per venticinque anni e, da ieri sera, ha riaperto i battenti ancor più bella di prima

Celle Ligure. Riaperta dopo lunghi anni di chiusura e restituita ai suoi cellesi che lì sono cresciuti e hanno trascorso spensierate giornate d’infanzia e giovinezza, in quel luogo di tradizione.

È rimasta chiusa per venticinque anni e, da ieri sera, ha riaperto i battenti la Cappelletta di Nostra Signora di Misericordia a Terrenin, lungo la strada che unisce il paese all’entroterra della frazione di Sanda.

Impossible non notarla, miniatura che spicca nel verde delle sue piante e dei suoi fiori. Oggi ancora più bella. Alla sua ombra, ricordi di intere generazioni. Le stesse che ieri sera si sono ritrovate per la cerimonia di riapertura. Perché questo simbolo di fede, a margine della strada, è qualcosa di veramente importante per la comunità.

Di proprietà della famiglia Ferro, ma da sempre aperta e a disposizione di tutti. È stato proprio Stefanino, a metterci mano: lo doveva a  sua madre, lo deve alla sua famiglia. Alla fine ha vinto la tradizione, l’amore per le radici di questo paese. Il desiderio di donarla ancora ai cellesi.

E c’era l’affetto della sua gente, ieri sera. Una cerimonia nel rispetto delle norme anti covid: i confratelli dell’Oratorio di San Michele Arcangelo, una messa, il suo ritorno che tutti aspettavano, quello della “Cappelletta” rinnovata anche grazie alle offerte dei cellesi che tanto hanno desiderato questo momento. 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.