Equivoco diffamatorio

Carcare, parla il cardiologo rimasto coinvolto in una catena di fake news 

"La foto che mi ritrae è stata scattata in occasione del primo intervento sotto ipnosi al San Paolo"

Luca Bacino

Carcare. “Sono rimasto di stucco quando ho visto la mia foto, scattata in occasione del primo intervento cardiaco avvenuto sotto ipnosi al San Paolo di Savona, associata non solo ad un caso di malasanità, ma peraltro ad una fake news dall’estero che spopola sui social”.

Questo il commento del cardiologo carcarese Luca Bacino, dopo la brutta sorpresa che lo ha portato a rivolgersi ai carabinieri assistito dall’avvocato Massimo Badella per presentare la querela nei confronti di alcune testate giornalistiche che avevano utilizzato “impropriamente” e in “modo diffamatorio” la sua fotografia mentre prepara un paziente all’intervento.

Il medico, aritmologo dell’equipe dell’unità coronarica diretta dal dottor Pietro Bellone, era balzato agli onori della cronaca per aver effettuato, nel 2019 nell’ospedale savonese, il primo intervento chirurgico con l’ipnosi, in aggiunta all’anestesia tradizionale. La foto che lo ritrae all’opera era stata autorizzata da lui stesso, proprio per rendere nota la nuova pratica di ablazione delle aritmie.

“A parte diventare famoso sul web – scherza il cardiologo – colgo l’occasione per informare che al primo intervento ne sono seguiti molti altri. L’ipnosi infatti permette di fare assumere meno farmaci ai pazienti che hanno un risveglio più sereno e rilassato, essendo operati in uno stato di coscienza modificato”.

Il dottor Bacino ha frequentato la scuola di Torino Ciics, istituto “Franco Granone”, per portare e diffondere nel nosocomio savonese questa pratica di sedazione decisamente efficace per numerosi suoi pazienti.

Più informazioni
leggi anche
medico
Brutta sorpresa
Foto di medico di Carcare associata a caso di morte apparente in India: scattano le querele

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.