Calcio

Calcio, Albenga. L’occhio attento di Caverzan sui giovani: “Bisogna formare giocatori da Prima Squadra”

L'intervista al nuovo responsabile tecnico del settore giovanile ingauno nell'intervallo della gara juniores tra Albenga-Finale

Ieri pomeriggio, presso lo stadio “Annibale Riva” di Albenga, si è svolta la gara tra i bianconeri e il Finale, valevole per il campionato di Juniores Regionale.

Ingauni che si sono imposti nel secondo tempo realizzando quattro reti, ribaltando il vantaggio iniziale giallorossoblu capitalizzato dal rigore di Gabriele Buttu.

Molti spunti interessanti creati da questi giovani calciatori che, militando in una leva propedeutica alla Prima Squadra, stanno costruendosi il proprio futuro.

E lì in tribuna, oltre ad amici e parenti, era seduto anche un nuovo innesto societario, ormai uno dei più esperti del nostro comprensorio anche per via delle sue importanti esperienze da calciatore, con l’intento di osservare tutto più attentamente: Andrea Caverzan, il responsabile tecnico del settore giovanile ingauno.

Dopo aver lasciato l’Ospedaletti, Caverzan ha preferito dedicarsi a un’attività nuova ma non completamente sconosciuta, conoscendo il suo metodo di lavoro con rose sempre molto giovani.

All’intervallo della partita di ieri lo abbiamo avvicinato per parlare del suo nuovo ruolo e delle prime sensazioni bianconere.

Intervista in sovraimpressione.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.