Bonaccini ad Albenga: "Un medico che non si vaccina va aiutato a cambiare mestiere. E vorrei il Green pass sui luoghi di lavoro" - IVG.it
Posizione netta

Bonaccini ad Albenga: “Un medico che non si vaccina va aiutato a cambiare mestiere. E vorrei il Green pass sui luoghi di lavoro” fotogallery

Posizioni ribadite poco dopo anche a Savona: "E' il vaccino che ci sta facendo uscire da questo incubo infinito, senza quello oggi molte attività sarebbero chiuse"

Albenga/Savona. “Vaccinazione antiCovid obbligatoria? Io la penso come Draghi, che parla poco, ma quando parla è come se parlasse molto. Un medico o infermiere che non si vaccina va aiutato a cambiare mestiere“. Lo ha affermato ieri sera Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, nel corso di una intervista ad Albenga in cui stava presentando il proprio libro “Il Paese che vogliamo”.

Uno dei capitoli è dedicato proprio alla sanità: nel volume Bonaccini ricorda di essere stato il primo a imporre, già nel 2016, l’obbligo di vaccinazione per accedere agli asili nido. Una fiducia nei vaccini, la sua, che quindi nasce ben prima della pandemia e della attuale polemica sulla campagna di vaccinazione antiCovid.

“Io avrei esteso l’obbligo di vaccino anche al personale scolastico – ha detto dal palco Bonaccini – Ma devo dire che io sono fortunato, nella mia regione quasi il 90% del personale attualmente risulta vaccinato e di questo li ringrazio”. L’attcco più duro è arrivato parlando del personale sanitario: “Medici e infermieri hanno scelto come ragione di vita la tutela della salute delle persone, non possono ora metterla a repentaglio. Anzi, lo dico molto francamente: io penso che se qualcuno di loro preferisce non vaccinarsi, il nostro compito dovrebbe essere quello di aiutarli a trovare un altro mestiere”.

Posizione molto netta anche sul Green Pass: “Personalmente lo estenderei a tutti i luoghi di lavoro – afferma Bonaccini – Più di 130.000 morti in Italia e serve ancora spiegare l’importanza del vaccino? Una volta due ‘no vax’, parlando con me, mi hanno detto: ‘noi siamo due e lei uno, siamo in maggioranza’. Ho risposto loro che per loro sfortuna la scienza non è democratica: la maggioranza potrebbe anche decidere che 2+2 deve fare 5, ma indipendentemente dalle loro convinzioni nel mondo 2+2 continuerebbe a fare 4. Il problema è che purtroppo abbiamo a che fare con una minoranza che pensa di essersi laureata su Facebook e crede di saperne più di medici e scienziati”.

“Senza campagna vaccinale oggi noi non saremmo qui, in questa piazza – ha detto ai presenti – è grazie al vaccino se ci possiamo permettere di tenere aperto nonostante il numero di contagi rimanga alto. Con questi contagi, se non ci fosse il vaccino, noi oggi avremmo molte attività chiuse. Da noi quelli che stanno finendo in terapia intensiva sono nella maggior parte, per non dire tutti, persone non vaccinate”.

Posizioni che poi Bonaccini ha ribadito poco dopo, a Savona, nel corso di un incontro con il candidato sindaco del centrosinistra Marco Russo. “Credo che il governo estenderà il Green pass ad altri luoghi oltre a quelli già previsti – ha detto – E’ uno strumento per proteggere le persone, se stessi e gli altri. Perché è il vaccino ciò che ci sta facendo uscire da questo incubo infinito”.

Chiusura sulle posizioni dei leader del centrodestra. “Meloni ha sempre detto di non volerlo, però non ha detto con cosa lo sostituirebbe: a fare opposizione così sono capace anch’io. Trovo invece incredibile questa posizione ambigua di Salvini e della Lega: lui è al governo, mi auguro che questo ‘balletto’ finisca“.

leggi anche
Il governatore Stefano Bonaccini ad Albenga
Visione politica
Il governatore Bonaccini ad Albenga: “La sanità deve restare pubblica, tutti hanno diritto di curarsi”
Stefano Bonaccini a Savona - marco russo
Endorsement
Savona 2021, il consiglio di Bonaccini a Marco Russo: “Circondati di persone più brave di te”
toti meloni
Intervista
Vaccino, appello Toti agli alleati: “Il centrodestra non strizzi l’occhio ai No Vax”. E su Draghi: “Bravo, meglio di Xi Jinping”
Primo giorno per il Green Pass obbligatorio
Il manifesto
Università, il “no al Green pass” arriva anche dalla Liguria: tra i firmatari 9 docenti genovesi
Generico giugno 2021
Chiarezza
Vaccino Covid, in arrivo le prime perizie sulle 5 morti sospette in Liguria
vaccino covid coronavirus fiala
Chiarezza
Vaccino, morto a 42 anni per aneurisma: funerale sospeso. Attesa per le perizie sui decessi sospetti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.