Savona piange Federico Magi, il volto sorridente del distributore Agip di piazzale Amburgo - IVG.it
Lutto

Savona piange Federico Magi, il volto sorridente del distributore Agip di piazzale Amburgo

I funerali stamattina in piazza Martiri. Lavorò all’Olivetti e fu presidente della Società di Ciantagalletto

federico magi

Savona. A volte, quando una persona ci lascia, è difficile far comprendere che le cose che di lei si dicono sono vere e sincere e non appartengono alla ritualità del momento.

È il caso di Federico Magi, scomparso lunedì a 72 anni per una terribile malattia contro cui non aveva mai smesso di lottare. Per molti anni ha gestito la stazione di servizio Agip di piazzale Amburgo, per andare all’autostrada.

L’ultima dimostrazione di affetto per Federico si è avuta stamattina, ai funerali che si sono svolti nella parrocchia di San Giuseppe in piazza Martiri della Libertà.

Federico Ascanio Magi era molto conosciuto, come detto, per il suo lavoro all’Agip, dal 2000 al 2017, quando aveva ceduto le redini alla figlia Caterina, che ne ha ereditato professionalità e carica umana.

Un pieno, un lavaggio, ma all’Agip si andava anche per scambiare quattro chiacchiere e una battuta con Federico, sempre sorridente, empatico, pronto a condividere con l’interlocutore un piccolo problema quotidiano o la soddisfazione del giorno. Si capiva che era sincero, che non nascondeva secondi fini.

Magi aveva lavorato a lungo per la Olivetti, fino a diventarne responsabile commerciale per la zona di Savona, ed era stato presidente della Società di mutuo soccorso di Ciantagalletto. Ma viveva soprattutto per la famiglia, grazie al matrimonio con Nadia Rosso e alla nascita delle figlie Nicoletta e Caterina, che guardava con orgoglio muoversi, come lui le aveva insegnato, sul piazzale dell’Agip.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.