Lettera al direttore

Lettera

Savona 2021, Europa Verde: “Col dialogo si ottiene tutto, per questo abbiamo scelto Russo”

"Noi da anni chiediamo una politica rispettosa dei diritti animali"

Piazza Sisto Savona Mattino Giorno Generica Comune Municipio

Savona. “Con il dialogo e la ragione e non con “l’elemosina” si può ottenere tutto”. E’ questo il commento di Danilo Bruno di Europa Verde sulla camapagna elettorale attualmente in corso.

Se si passa in via Piave a Savona la Lega Nord effettua una raccolta di cibo per animali. Io credo che sia una iniziativa utile anche se noi di Europa Verde-Verdi lo abbiamo fatto tante volte senza però legare ciò ad un simbolo di partito poiché la battaglia per i diritti animali e contro il randagismo dovrebbe essere un fattore di civiltà comune e non di parte.

Accettiamo comunque il dato di fatto e subito sorgono alcune domande:
a) Perché proprio la Lega Nord in Regione ha cercato in tutti i modi in questi anni di approvare leggi a sostegno della caccia?
b) Perché proprio la Lega Nord ha dato il proprio assenso allo smantellamento del corpo di polizia regionale, che poteva intervenire nei boschi a tutela delle persone, degli animali e dell’ambiente? (Pure questa è sicurezza caro dottor Schirru).
c) Perché la Lega Nord ,oltre a votare leggi contro i parchi, continua a sostenere la caccia di selezione agli ungulati ,rifiutandosi di prendere in considerazione pareri di esperti per approcci sensati e nonviolenti al problema della crescita esponenziale di questi animali?

A Savona poi la giunta della sindaca “in dismissione” ha particolarmente brillato per ordinanza contro il passeggio dei cani in centro; nessuna spiaggia di libero accesso per animali; disastrosa manutenzione delle oasi canine (rimesse in sesto ultimamente), che ben si inquadra nel disastro più generale del decoro urbano.

Noi da anni chiediamo una politica rispettosa dei diritti animali a cominciare dalla costituzione di un ufficio del Garante dei diritti animali in comune fino ad arrivare ad un eventuale aggiornamento delle colonie feline libere e a una politica che porti avanti insieme i diritti degli animali con il decoro urbano cittadino, poiché non si può negare che oggi Savona stia affondando nel caos, nella spazzatura e nella sporcizia con scarsa considerazione per l’igiene pubblica.

Noi crediamo infine che vada ricostituita l’area protetta alla foce del torrente Letimbro e soprattutto che si cominci una politica di contenimento dei piccioni insieme alle associazioni animaliste poiché, se si vuole, con il dialogo e la ragione e non con “l’elemosina” si può ottenere tutto.

Questo fa anche la differenza fra l’Agenda di Russo, che abbiamo scelto, e l’alleanza di chi ha governato Savona fino a ieri e che si candida forse a tornare nei boschi a sparare a tutti gli animali che si muovono.

Danilo Bruno

leggi anche
andrea melis
Progetti
Savona 2021, Melis nella lista civica di Russo: “Partecipare ai bandi per ottenere fondi”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.