Dibattito

Consiglio regionale, Sì all’assestamento di bilancio. Pd: “Nessuna risposta su sanità, scuola e cultura”

Emendamento per contributi a favore delle associazioni storiche, respinto l'ordine del giorno di Sansa su taglio Irap del 50%

Generica

Liguria. Con 18 voti a favore (maggioranza) e 11 contrari (minoranza) è stato approvato il disegno di legge 78 “Assestamento al Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2021-2023”.

Con il provvedimento di Assestamento al bilancio 2021-23, oltre agli adempimenti di natura obbligatoria, vengono adeguate le entrate e le spese di natura vincolata alle effettive assegnazioni di fondi statali e/o comunitari e si effettuano alcune rimodulazioni della spesa discrezionale. La pandemia da COVID-19 ha avuto pesanti ripercussioni anche sui bilanci delle regioni, sia nel corso del 2020 sia, soprattutto, nel 2021, con una compensazione solo parziale derivante da trasferimenti statali. Nonostante ciò il bilancio della Regione Liguria mostra una sostanziale “tenuta” senza necessità di ricorrere a temuti tagli nella spesa, mantenendo inalterate le somme stanziate con il bilancio di previsione 2021-2023, pur non potendo procedere ad ulteriori apprezzabili stanziamenti di spesa. La manovra complessiva vale 437 milioni, derivanti prevalentemente da maggiori entrate di natura vincolata (oltre 400 milioni) e da applicazione di avanzo vincolato (oltre 25 milioni). In particolare le variazioni riguardano, in tema di investimenti, 46 milioni a valere sul fondo strategico regionale finanziati con nuovo mutuo, oltre a investimenti nell’edilizia scolastica (0,4 milioni), nella riqualificazione urbana (1,1 milioni) e a completamento del Programma
di Sviluppo Rurale 2014-2020 (0,9 milioni); in tema di sanità e politiche sociali ci sono nuove assegnazioni di fondi vincolati (265 milioni per la sanità di cui 218 per investimenti e 14 milioni per il sociale); in tema di sviluppo economico sono previsti 26 milioni vincolati e 400 mila di euro per il salone nautico; in tema di trasporti ci sono nuove assegnazioni statali per 92 milioni (di cui 24 per investimenti) e, infine, sono previsti 0,7 milioni per assegnazione di borse di studio.

Nella presentazione e nel dibattito sugli emendamenti sono intervenuti Selena Candia e Ferruccio Sansa del gruppo Lista Ferruccio Sansa Presidente, Luca Garibaldi, Sergio Rossetti e Armando Sanna del gruppo Pd-Articolo Uno, Giovanni Toti (Cambiamo con Toti Presidente), Gianni Pastorino (Linea Condivisa), Paolo Ugolini (Mov5Stelle).

Approvati gli emendamenti presentati dalla giunta, mentre sono stati respinti alcuni degli emendamenti presentati dai gruppi di minoranza.

Approvato all’unanimità, con il parere favorevole del presidente della giunta con delega al bilancio Giovanni Toti, l’emendamento presentato da Selena Candia (Lista Ferruccio Sansa Presidente), e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che prevede l’incremento di 50 mila euro destinati al fondo “Interventi per soggetti a rischio di esclusione sociale” per sostenere una campagna informativa al fine di contrastare le molestie verbali e sessuali sui mezzi di trasporto pubblico attraverso i canali social e cartelloni.

Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno), Angelo Vaccarezza e Lilli lauro del gruppo Cambiamo con Toti presidente), Stefano Balleari (FdI), Claudio Muzio (FI), Paolo Ugolini (Mov5Stelle), Gianni Pastorino (Linea Condivisa) e Mabel Riolfo (Lega Liguria Salvini) hanno chiesto di aggiungere la propria firma all’emendamento.

Approvati all’unanimità due emendamenti presentati da Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno), e sottoscritto dai colleghi del gruppo, e quello analogo di Selena Candia (Lista Ferruccio Sansa presidente) e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che prevedono un incremento di 50 mila euro destinati alla Missione “Diritti sociali, Politiche sociali e Famiglia” per aumentare in via straordinaria i contributi concessi alle “Associazioni di promozione sociale” storiche che agiscono nell’ambito delle disabilità le cui attività e che, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, hanno subìto difficoltà e rallentamenti a fronte di un aumento di necessità di assistenza da parte delle persone seguite.

Il presidente della giunta con delega al bilancio Giovanni Toti ha espresso parere favorevole all’emendamento. Angelo Vaccarezza del gruppo Cambiamo con Toti presidente, Paolo Ugolini (Mov5Stelle), Mabel Riolfo (Lega Liguria –Salvini), Claudio Muzio (FI), Stefano Balleari (FdI) e Gianni Pastorino (Linea Condivisa) hanno chiesto di sottoscrivere l’emendamento.

“La Lega stamane in Consiglio regionale ha sottoscritto e votato a favore dell’emendamento all’assestamento del Bilancio di previsione 2021/2023 per i contributi a favore delle Associazioni storiche che operano in Liguria. Si tratta di realtà da anni presenti sul territorio che sono state pesantemente colpite dalle restrizioni imposte per l’emergenza coronavirus perché non hanno potuto svolgere appieno la propria attività, né portare avanti la raccolta di fondi per sostenersi e per le iniziative a favore degli associati. Si tratta di presidi sociali che svolgono una grande attività di prevenzione sul territorio e che quindi meritano di essere aiutate da Regione Liguria” ha sottolineato il consigliere regionale Mabel Riolfo (Lega).

“Il giudizio sull’assestamento di Bilancio di previsione 2021-2023 presentato della Regione Liguria in linea di massima rimane negativo, anche se ci sono stati punti di incontro, nel suo complesso riteniamo che abbia lacune politiche e non abbia dato risposte a tematiche preminenti da noi poste come scuola e cultura, capitoli per i quali avevamo chiesto di stanziare dei fondi per garantire la scuola in presenza e per sostenere il comparto della cultura e dello spettacolo fortemente colpito dalla pandemia, ma che sono stati bocciati” ha dichiarato Enrico Ioculano relatore per il Partito democratico-Articolo Uno annunciando in Consiglio regionale il voto contrario.

“Ci aspettavamo di più, anche se cogliamo con favore l’apertura ad accogliere gli emendamenti a sostegno dei piccoli comuni su progettualità e dissesto idrogeologico, ma anche quelli sulla campagna di comunicazione contro le molestie alle donne sui bus e i 50mila euro a sostegno della associazioni storiche che operano nel settore della disabilità e siamo soddisfatti per aver ottenuto attenzione”.

Luca Garibaldi capogruppo del Partito Democratico Articolo Uno ha osservato: “La seduta di Bilancio è una seduta particolarmente importante perché disegna perfettamente in che tipo di Liguria la giunta vuole vivere e soprattutto vuole far crescere i suoi cittadini. Purtroppo, anche quest’anno, il disegno che ne esce è desolante. Non un progetto di lungo termine, non un accenno a un progetto serio per gli ‘ultimi’ e le ‘solitudini’ o sulla ripartenza per la sanità pubblica”.

“Grazie alle proposte del Partito Democratico, la giunta ha approvato lo stanziamento di 50 mila euro per il fondo a supporto delle vittime di molestie, e di 50 mila euro per il supporto alle associazioni di promozione sociale che operano nell’ambito delle disabilità. Abbiamo poi impegnato la giunta ad un’interlocuzione con il governo per il supporto attivo per i piccoli comuni per i progetti di messa in sicurezza e per il dissesto idrogeologico e per il sostegno ai circoli ricreativi che in questo periodo di pandemia non sono riusciti ad essere il punto di riferimento che hanno sempre rappresentato, per tutti i cittadini. Vedremo su questo tema quali impegni si prenderà la giunta” ha concluso il capogruppo.

Duecento mila euro a sostegno dei circoli culturali, ricreativi e sociali: “Un primo passo nella direzione giusta a sostegno di queste realtà fondamentali per il territorio e per il tessuto sociale, ma chiederemo di ampliare le risorse destinate a questa voce nel bilancio come previsto dal nostro emendamento”, è il commento di Luca Garibaldi. L’obiettivo dell’emendamento era quello di “sostenere i progetti legati alla socialità realizzati dai circoli, a titolo di ristoro dei danni economici conseguenti alla chiusura delle attività durante la pandemia di Covid-19, e scongiurarne la chiusura. La giunta ha messo a disposizione un primo stanziamento di 200mila euro in assestamento. vogliamo provare nei prossimi mesi a definire un investimento più ampio e presenteremo a breve una proposta di legge regionale per la valorizzazione dei circoli”, concludono dal Pd.

Respinto con 11 voti a favore (minoranza), 18 contrari (maggioranza) l’ordine del giorno presentato da Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa presidente) e sottoscritto dai colleghi del gruppo, che impegnava la giunta, in sessione di variazione di bilancio 2021 a disporre la riduzione dell’Irap regionale per il 50% alle imprese che hanno ridotto le attività a causa della pandemia: “Un taglio del 50% dell’Irap per quest’anno per le imprese danneggiate dal Covid. Questo era il nostro ordine del giorno che abbiamo presentato in aula. Pensavamo che per una volta avremmo trovato un accordo con Toti e la sua maggioranza” ha detto Ferruccio Sansa (Lista Sansa).

“La misura, per quanto impegnativa, era perfettamente alla portata delle casse della Regione: si parla di un impegno sotto i cinque milioni di euro. Non solo: almeno a parole il centrodestra dice prendersi a cuore le sorti degli imprenditori, degli esercizi commerciali e dei ristoratori.Già, a parole, perché poi è il centrodestra che sta riempiendo la Liguria di centri commerciali e ipermercati”.

“Soltanto a parole, la conferma è arrivata ieri: al momento di votare Toti e il centrodestra si sono schierati compatti CONTRO il taglio del 50% dell’Irap per quest’anno.La motivazione: i conti, il pareggio di bilancio. Peccato che la stessa giunta spenda almeno 2 milioni di euro per pubblicità istituzionale, eventi, promozione. Insomma, spesso per farsi propaganda”.

“Peccato che le spese per lo staff della giunta di Toti siano lievitate a 1,36 milioni di euro. Peccato che ogni giorno siano create nuove poltrone: commissari, responsabili di unità di missione e ora perfino i sottosegretari. Con stipendi fino a 120mila euro”.

“Insomma, i soldi ci sarebbero eccome, ma Toti e i suoi li vogliono spendere altrimenti. Per loro la pubblicità, la propaganda, gli eventi e le feste in piazza, le nuove poltrone e uno staff di venti persone contano più di un taglio dell’Irap per aiutare le imprese in crisi per il Covid. Questi sono fatti” ha concluso Sansa.

leggi anche
Selena Candia
Risorse
Molestie sui bus e treni, Candia (Lista Sansa): “Informare e prevenire è fondamentale”
Sedi istituzionali e palazzi del governo
Contributi
Dalla Regione 50mila euro in più a sostegno delle associazioni storiche: accolto l’emendamento del Pd all’assestamento di bilancio

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.