Confronto

Caos autostrade, tavolo dell’autotrasporto per discutere delle criticità della viabilità regionale

Dopo l’incontro privato con l’assessore Benveduti, la genovese Assotrasporti partecipa al tavolo tecnico organizzato in Regione, insieme a rappresentanti di ASPI e di numerose associazioni di categoria

tir merci trasporto autostraporto generica

Liguria. La genovese Assotrasporti, associazione nazionale di categoria degli autotrasportatori, unitamente a Eumove, associazione paneuropea per la mobilità, questa mattina ha partecipato al tavolo tecnico organizzato dalla Regione Liguria, indetto per discutere le criticità derivanti dall’apertura di numerosi cantieri sulle autostrade locali.

All’incontro telematico hanno partecipato: l’Assessore Andrea Benveduti, Jacopo Riccardi, Maria Locantore e Isabella Calomino per la Regione Liguria, Franco D’Artizio per la FAI Genova, Francesco Sapio e Nicolò di Gesù per ASPI, Paola Setti per l’ufficio stampa di ASPI, Direzione Primo Tronco, Sandra Forzoni per FITE, Marco Gallo per FILT CGIL, Fabio Serpi per Confesercenti Genova Assohotel, Gabriel Rossi per Assagenti, Giuseppe Bossa per l’Osservatorio, Fernando De Maria per ASPI da Roma, Laurea Andrei per FILT e CGIL, Davide Falteri per Confcommercio Conftrasporto, Ilaria Mussini per Confcommercio, Luca Civolani per TEA, Alessandro Albertini per ANITA, Giuseppe Tagnochetti per TrasportoUnito, Marco Vassale per ANCE Genova, Federica Moroni per ALSEA, Mauro Gattulli per Autorità Portuale, Leopoldo Da Passano per Confidustria Genova, Andrea Dameri per Confesercenti, Ilaria Giannotti, Marco Marozzo, Gabriele Corso, Paola Bavoso, Secondo Sandiano e Fabrizio Civallero per Assotrasporti/Eumove.

L’incontro è iniziato con la forte denuncia dell’assessore Benvenduti rispetto alla grave situazione verificatasi lo scorso weekend, in cui autotrasportatori, turisti e cittadini sono rimasti bloccati in coda per ore, senza acqua e servizi igienici, a causa della chiusura programmata da Autostrade per l’Italia che ha convogliato il traffico sulla viabilità locale, anch’essa interessata da cantieri. “Scene brutte, preoccupanti, umilianti per cittadini, turisti e autotrasportatori” sono state le parole dell’assessore per descrivere il disagio delle persone bloccate in galleria per ore, costrette a scendere dai mezzi, accompagnando anziani e bambini, per cercare un po’ d’aria fresca al di fuori dei tunnel. L’assessore stesso è rimasto imbottigliato nel traffico fino alle 4 del mattino circa.

Pronta la replica di ASPI che ha già aperto un’istruttoria interna per capire cosa non abbia funzionato, in quanto la stessa chiusura è già stata attuata con successo in passato. In seguito alla richiesta avanzata da Benveduti nei confronti di Autostrade per un intervento proattivo e presa in carico anche della verifica dell’effettiva percorribilità delle vie di fuga previste, il duro intervento di Luca Civolani, Presidente di TEA, punta il dito contro la società autostradale per le decisioni unilaterali imposte al territorio e la chiusura alle offerte di collaborazione avanzate.

Propositivo l’intervento di Sandiano, Presidente di Assotrasporti, che rammenta la necessità di coinvolgere al prossimo incontro anche la Prefettura per le questioni che interessano la viabilità locale, in quanto di competenza. “Le code che si creano in corrispondenza delle uscite dei caselli autostradali a causa dei rallentamenti sulla viabilità cittadina, interessano anche gli utenti che proseguono il viaggio e si trovano bloccati in mezzo ai veicoli incolonnati in uscita” dichiara il Presidente Assotrasporti “il coinvolgimento del Prefetto, quale massima rappresentanza del Governo a livello territoriale, provocherà la relazione al Ministero per ottenere maggior attenzione a livello delle istituzioni nazionali”.

In seguito alla necessità di un maggior coordinamento tra i soggetti coinvolti, auspicato da Davide Falteri, l’intervento di Sandra Forzoni, Direttrice di FITE, ha evidenziato le criticità presenti nel sistema di controllo a campione effettuato dal Ministero che portano a disporre chiusure e riaperture di tratti autostradali nel giro di una settimana, causando il blocco dell’attività a un ramo dell’autotrasporto, quello eccezionale, che ha bisogno di certezza operativa per lavorare. “I controlli a campione e le chiusure d’emergenza di ponti e gallerie predisposti dal MIMS, puntualmente rivisti nei giorni successivi, non aiutano a risolvere il problema del sistema infrastrutturale italiano e non favoriscono la sicurezza degli utenti della strada” ha dichiarato la Dott.ssa Forzoni, chiedendo un maggior equilibrio per la programmazione dei lavori futuri, onde evitare di esasperare una situazione già difficile.

I partecipanti hanno quindi trovato accordo sulla necessità di poter discutere dei piani delle chiusure previsti per il prossimo autunno, auspicando una maggior apertura da parte di ASPI nell’ascoltare e accogliere i suggerimenti delle associazioni, che evidenziano la necessità di garantire priorità ai mezzi pesanti nella viabilità autostradale.

Ricordando che il tavolo regionale è nato proprio per discutere le proposte tecniche, individuare le criticità ed essere propositivi nel risolvere problemi comuni, legati alla viabilità locale e portuale, l’incontro si è concluso con la presentazione del piano dei lavori estivo di ASPI, in particolare rispetto alla chiusura del mese di agosto prevista sulla A10 a Genova e di tutte le misure predisposte per liberare le vie da cantieri e lavori nei giorni di picco dei flussi turistici.

Infine, Giuseppe Bossa dell’Osservatorio ha colto l’occasione per chiedere chiarimenti ad ASPI rispetto alla proposta inviata per aprire un by-pass all’altezza di Pegli, giudicato tecnicamente attuabile da ASPI ma non compatibile con la programmazione temporale, in quanto l’apertura del by-pass necessita di ulteriori 7 giorni di interventi.

Assotrasporti ed Eumove invitano tutti i cittadini, politici, associazioni, enti e imprese a partecipare attivamente alla campagna “Salva Vite” per la messa in sicurezza del sistema viario e ferroviario italiano.

Le associazioni colgono l’occasione per invitare i lettori ad iscriversi al gruppo Facebook “Stato emergenza strade e ferrovie per prevenire crolli e morti” per dare i vostri suggerimenti e inviare segnalazioni. Non dimenticate di seguire Assotrasporti sul sito web dell’associazione assotrasporti.org, sui social, Facebook e Twitter, e sulle riviste TN TrasportoNotizie e GM GenteinMovimento.

leggi anche
Berlangieri podcast
La telefonata
Viabilità, savonese in ginocchio. Berlangieri (Upa): “Chi non agisce è gravemente responsabile”
Generica
Contromisure
Chiusura A10 dal 16 agosto, ecco le soluzioni per arginare il caos: obbligo autostrada per i tir e moral suasion per i turisti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.