Nomina

Varazze, l’ex segretario comunale Giovanni Lombardi nuovo assessore

Il vice sindaco reggente Pierfederici: "Scelta tecnica nell'interesse della cittadina"

comune varazze

Varazze. Giovanni Lombardi, ex segretario generale del Comune di Varazze, entra nell’amministrazione varazzina come assessore esterno. La nomina è stata ufficializzata dal sindaco facente funzione Luigi Pierfederici.

La scelta, condivisa da tutto il gruppo di Essere Varazze, maturata per l’indiscussa capacità professionale sempre dimostrata dal dottor Lombardi durante il suo mandato da Segretario generale, ma anche per la stima e la fiducia che tutta l’Amministrazione serba verso la sua serietà e professionalità.

“L’amministrazione tutta – esordisce il vice sindaco Pierfederici – accoglie favorevolmente l’ingresso del dottor Lombardi in Giunta, ringraziandolo calorosamente per aver messo la sua grande competenza a disposizione dell’Ente. La sua figura sarà di grande appoggio, accompagnandoci verso la fine del mandato con la professionalità che da sempre lo contraddistingue. La grande conoscenza dell’Ente del dottor Lombardi sarà un aiuto determinante, anche in attesa che subentri in municipio la nuova figura di Segretario generale, già individuata da questa Amministrazione ma in attesa di completare tutte le procedure burocratiche necessarie a procedere”.

“Ho accettato l’incarico perché mi unisce a questa amministrazione un rapporto di forte stima – commenta il diretto interessato, neo assessore esterno del Comune di Varazze – nel corso del mio ruolo da Segretario generale, durante il precedente mandato dell’attuale amministrazione, ho sempre trovato un ambiente competente, positivo e collaborativo. Sono orgoglioso e lieto di poter dare il mio aiuto a questa Amministrazione, nonostante i tempi siano brevi, mettendo a disposizione le mie competenze spero di essere di supporto anche alla cittadinanza”.

L’assessorato ricoperto da Giovanni Lombardi sarà di natura tecnica, ricoprendo le deleghe al personale e all’informatizzazione.

“La scelta tecnica, condivisa con tutti i consiglieri, e quindi non una scelta politica, è la cartina al tornasole della serietà in cui l’amministrazione ha sempre operato in questi anni. Ancora una volta abbiamo messo sul piatto della bilancia l’interesse generale rispetto a quello politico. Sarebbe stato “comodo”, in vista della prossima tornata elettorale, nominare un assessore esterno utile per qualche accordo politico strategico così come è sempre accaduto in passato in fasi delicate come il fine mandato. Ciò non è accaduto, ciò dimostra la bontà del progetto amministrativo e politico di “Essere Varazze”.

“Gli interessi della Città hanno sempre avuto, e sempre avranno, la precedenza nella nostra azione di governo. Ricordo, se mai ce ne fosse la necessità, che “Essere Varazze” nasce fino dal principio come vero gruppo civico ed in questi anni non ha mai mutato il suo cammino. Non bisogna aver paura di portare avanti le proprie idee con serietà e coerenza”.

“Essere Varazze” è da sempre aperta a tutti coloro che vogliano dare il proprio contributo civico per lo sviluppo della Città sia che essi appartengano a partiti o che, come il sottoscritto, non abbiano mai avuto alcuna tessera di partito in tasca”.

“Nessun partito, però, hai mai messo “bandierine” sull’amministrazione comunale di Varazze e nessun partito ne metterà. Questo è un principio cardine di “Essere Varazze”. L’unica e sola tessera che bisogna avere quando si amministra la Città per conto di “Essere Varazze” è quella con inciso sopra lo stemma di Varazze. Il nome di “Essere Varazze” non deve essere accostato né a destra né a sinistra. Il nome di “Essere Varazze” si deve solo accostare alla Città di Varazze” – conclude il vice sindaco Pierfederici.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.