EcosostenibilitÀ

Sulla Costa Firenze la firma per un turismo più sostenibile. Caprioglio: “In questi anni avviati grandi progetti. Continuiamo così” fotogallery

A Savona attivi il walking tour, il banco alimentare e l'hub vaccinale del Palacrociere

Savona. La presentazione della nuova Costa Firenze a Savona, avvenuta venerdì scorso, è stata l’occasione per parlare di turismo sostenibile in ambito crocieristico e per firmare un importante impegno, quello “di un percorso sostenibile – afferma il sindaco della città della Torretta, Ilaria Caprioglio – che in questi ultimi anni abbiamo portato avanti con l’amministrazione comunale e Costa Crociere”.

In particolare, il primo cittadino ha citato tre progetti: “il walking tour per un turismo sostenibile alla riscoperta del territorio; il banco alimentare con Costa Crociere per aiutare le persone più fragili e poi l’impegno molto importante per Costa, l’hub del Palacrociere che è diventato uno dei più grandi punti vaccinali del territorio”. “Partiamo quindi da qui, ma cerchiamo in fretta di pensare a un nuovo modo di fare turismo, che sia inclusivo e attento alle peculiarità del sito, e questo lo potremo fare solo assieme” ci tiene a dire Caprioglio.

“Davanti agli eventi catastrofici che siano pandemie o guerre dobbiamo trovare il coraggio di percorrere nuove strade anche nel turismo -. A questo proposito, mi viene in mente il motto che c’è sul carapace nel salone dei 500 ‘festina lente’: affrettiamoci lentamente. Siamo molto indietro rispetto all’agenda 2030, ma lentamente con consapevolezza” prosegue il sindaco savonese.

Per Alessandra Priante, direttrice europea dello UNWTO – agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di turismo a livello globale – “serve attenzione sui riconoscimenti nei confronti del lavoro che stanno facendo le crociere e tutta l’industria navale e marittima per gli investimenti nella  sostenibilità. Le crociere sono un drive molto forte per la ripartenza del turismo e sono nella posizione di poter implementare le condizioni di sicurezza – afferma -. I dati a livello globale non sono piacevoli: più di un miliardo di passeggeri persi, tuttavia non vogliamo avere i numeri come obiettivo, ma decidere che la sostenibilità sia una pratica normale della nostra vita in tutti i settori”.

“L’industria crocieristica è un motore fondamentale del turismo e dobbiamo pensare con la responsabilità di azienda leader di segnare una strada per un nuovo modo di generare valore aggiunto per il turismo – si unisce Mario Zanetti, direttore generale di Costa -. Abbiamo lanciamo il manifesto del turismo, un percorso che faccia della sostenibilità un modo d’essere, dell’inclusività, per svolgere un ruolo sempre più culturalmente importante e socialmente fondamentale in quella che è la nostra società di oggi in un paese come l’Italia”.

Ci sarà un futuro radioso“. E’ ottimista Giorgio Palmucci, presidente di Enit, che dichiara: “Gli strumenti digitali sono importantissimi ma l’essere presente è tutta un’altra cosa. L’anno scorso siamo stati colti impreparati a febbraio. Tutte le attività turistiche si sono bloccate e la ripresa nel corso dell’estate ci aveva dato qualche speranza per quanto riguarda il turismo balneare ma con l’arrivo della seconda ondata c’è stato decisamente un momento di pessimismo e di grande preoccupazione per quanto riguarda il futuro. Con l’accelerazione della campagna vaccinale e il green pass che permette di girare nell’area Schenghen, siamo sicuramente davanti a un’estate che vede una ripartenza di un turismo domestico in modo particolare, ed è importante che gli italiani conoscano l’Italia e non solo le destinazioni più note”.

“Il turismo sarà di prossimità dai paesi europei. Gli americani vogliono ripartire proprio dall’Italia ed è un segnale importante. Faccio i complimenti a Costa, non solo per il manifesto, la sostenibilità si deve tradurre in atti e deve essere fatto in maniera continuativa” conclude Palmucci.

“Condivido lo spirito del presidente Enit che dobbiamo affrontare il periodo con ottimismo – commenta Dario Nardella, sindaco di Firenze -. Noi vediamo a Firenze l’impennata impressionante del turismo asiatico, oltre a quello giapponese tradizionalmente legato alla nostra città e all’Italia. Le città d’arte non sono località di mare o di montagna. L’imposta di soggiorno incassata a maggio è un quarto di quella di maggio di 2019. Ma dobbiamo guardare il bicchiere mezzo pieno, dobbiamo attrezzarci per settembre e ottobre sperando che le frontiere vengano aperte al più presto e si determini l’equipollenza tra Ue e altri paesi sui certificati vaccinali che non abbiamo con gli Usa o con la Russia”.

Dobbiamo valorizzare l’identità di ciascuno ma in un disegno coerente e organico con una grande orchestra in cui ognuno faccia la sua parte – specifica Nardella -. Per Firenze che prima del Covid aveva 14 milioni di visitatori all’anno, il vero tema è la qualità, e ne abbiamo parlato, abbiamo anche i crocieristi che sbarcano a Livorno. C’è il tema del turismo di crociera nelle città d’arte. Come costituire i percorsi delle crociere che possano distribuirsi nei posti meno conosciuti e non affollare le città”.

Brando Benifei, parlamentare europeo, conclude: “Il turismo è stata una realtà impattata in maniera significativa e sono contento che tutti i piani di ripartenza tengano conto di utilizzare le risorse europee per spingere in questa direzione. Adesso siamo in una fase nuova e dobbiamo fare in modo che questi principi del manifesto la ispirino con concretezza rispetto a temi fondamentali: coniugare i tre assi della sostenibilità che mai vanno messi in contrapposizione; fare in modo che l’industria turistica possa dare il più possibile opportunità di qualità e di formazione per i giovani, ad esempio. E’ un impegno che deve continuare quello delle istituzioni europee, il tutto per la rinascita. Abbiamo amministrato troppo spesso con i tagli e oggi dobbiamo sfruttare gli investimenti e fare squadra per dare maggiore qualità al prodotto che offriamo”.

leggi anche
L’inaugurazione di Costa Firenze a Savona
Arte e raffinatezza
È il giorno di Costa Firenze: inaugurazione a Savona per la nave “ambasciatrice dello stile italiano”
Costa Firenze sbarca al porto di Savona
Nuova ammiraglia
Costa Firenze arriva a Savona: domani la presentazione, domenica la partenza della prima crociera
costa firenze
Verso nuove destinazioni
Costa Firenze, è arrivato il giorno della partenza: lascia il porto di Savona alle 18

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.