Savona, la panchina rossa di "Non una di meno" vandalizzata: rimosso l'elenco delle vittime di femminicidio - IVG.it
Inciviltà

Savona, la panchina rossa di “Non una di meno” vandalizzata: rimosso l’elenco delle vittime di femminicidio

"Questo non ci fermerà e ci impegniamo a ripristinare l’istallazione com’era, aggiungendo anche i nomi delle ultime tre vittime di questa settimana"

Panchina Rossa savona

Savona. La panchina rossa di “Non una di meno” a Savona vittima dei “vandali”. A comunicarlo, in una nota, è la stessa associazione femminista.

“Dall’8 marzo 2021 abbiamo iniziato a raccogliere su un cartello i nomi di tutte le donne vittime di femminicidio in Italia presso la panchina rossa di piazza Giulio II dedicata al 1522, numero antiviolenza e stalking, arrivando ad elencare 57 nomi di vittime – si legge nel documento – Lo abbiamo fatto per non dimenticarle e per far riflettere che non si tratta di casi isolati ma di vittime del sistema patriarcale”.

“Molte persone in questi mesi hanno assistito, durante i nostri presidi di sabato pomeriggio, alla lettura di tutti i nomi, ai canti e ai flash mob dedicati a questo grave problema sociale, esprimendo solidarietà e condivisione. Purtroppo però dobbiamo comunicare alla cittadinanza con grande dispiacere che il presidio in piazzetta Fucsia è stato vandalizzato nella notte tra il 22 e il 23 luglio”.

Panchina Rossa savona
La panchina come appare dopo il passaggio dei soliti ignoti

Ma quanto accaduto non impedirà al sodalizio di proseguire il proprio impegno: “Questo non ci fermerà e ci impegniamo a ripristinare l’istallazione com’era, aggiungendo anche i nomi delle ultime tre vittime di questa settimana, Maria Waschgler, Vincenza Tortora e Maria Greco. A breve aggiornamenti sulla data di ripristino del presidio. Saremo sempre il grido altissimo e feroce di tutte quelle donne che più non hanno voce”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.