Battaglia sindacale

Riders, primo contratto in Liguria. Filt: “Passo iniziale, ma i rimborsi devono riguardare ogni chilometro percorso”

"Sono ancora molte aziende delivery che non prevedono alcuna tutela per i corrieri”

protesta riders

Liguria. Sono 500 i contratti stipulati in Liguria con la multinazionale Just Eat Take Away Express, con il primo contratto aziendale collettivo della logistica siglato lo scorso marzo tra l’azienda e le sigle sindacali unitariamente .

Il contratto, a tempo indeterminato, prevede da 10 a 30 ore settimanali, con un salario orario di partenza di 9 euro, festività, ferie , maternità e paternità. E un rimborso chilometrico per chi utilizza il proprio mezzo, bicicletta o motorino per le consegne.

Dopo la firma del primo contratto aziendale per i lavoratori delle piattaforme, il sindacato è impegnato nella verifica della sua applicazione perché le tutele si traducano in fatti concreti.

“Abbiamo riscontrato che i rimborsi chilometrici non tornano – spiega Laura Andrei, segretario generale Filt Cgil Liguria –Sono stati considerati solo i tragitti dal ritiro della merce al punto di consegna mentre il contratto prevede un rimborso per ogni chilometro percorso”.

“Quello con Just Eat è un primo passo, ci sono ancora molte aziende delivery che non prevedono alcuna tutela per i corrieri”.

Più informazioni
leggi anche
protesta riders
Iniziativa
Riders, Consumerismo lancia la petizione online: “Turni insostenibili e sotto controllo h24”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.