"Porto sotto le stelle" ad Andora: fratelli Sibello e Poggi incantano tra storie di mare, sport e vita - IVG.it
Kermesse all'esordio

“Porto sotto le stelle” ad Andora: fratelli Sibello e Poggi incantano tra storie di mare, sport e vita fotogallery

Buona la prima per la nuova rassegna, organizzata da Ama e allestita nella suggestiva location del porto: un salotto tra centinaia di barche, impreziosito da un cielo illuminato dalle stelle

Andora. Sono storie di vita, passione, amore. Hanno tutte un minimo comune denominatore, il mare. E sono legate dal coraggio: il coraggio di scegliere, di puntare su se stessi, alle volte di cambiare, di trasformare un semplice hobby o una vacanza in qualcosa di più.

È questo il filo conduttore che anima “Porto sotto le stelle – Storie di artisti e naviganti”, la nuova rassegna andorese, organizzata da Ama (Azienda Multiservizi Andora) e dal Comune, che ha vissuto, nella serata di ieri (17 luglio), il suo esordionel porto turistico di Andora, su un molo sottoflutto circondato da ben 800 barche, in una cornice unica, impreziosita da un cielo illuminato dal tramonto prima e dalle stelle poi. Il tutto racchiuso tra le montagne e il mare.

Stelle nel cielo, ma anche sul palco della kermesse, che ha vissuto il suo primo appuntamento in compagnia di stelle del mondo dello sport: gli olimpionici Gianfranco Sibello e Giorgio Poggi, con l’intervento, in collegamento da Valencia, di Pietro Sibello, randista di Luna Rossa Prada Pirelli, che hanno letteralmente incantato il pubblico tra storie di mare, sport e vita.

Al centro della serata, condotta da Monica Napoletano, ufficio stampa del Comune di Andora nelle vesti di padrona di casa d’eccezione, c’è stato proprio il lato umano dello sportivo, l’impegno per raggiungere risultati importanti. “Porto sotto le stelle”, infatti, nasce dall’esigenza di creare, all’interno del porto, un salotto dove parlare della passione per il mare, tra le persone che amano il mare, che lo scelgono per le loro vacanze, ma anche per praticare sport e per vivere. 

“PORTO SOTTO LE STELLE”: UN “SALOTTO” TRA LE BARCHE

“Si tratta di una prima assoluta si cui siamo molto orgogliosi, – ha dichiarato l’avvocato Fabrizio De Nicola, presidente di Ama, società multiservizi che gestisce il porto di Andora. – Abbiamo voluto costruire questa sorta di salotto tra le barche proprio per coniugare il rapporto tra la nostra risorsa, il mare, e l’entrata al territorio della comunità andorese, cercando di coinvolgere personaggi che hanno fatto del rapporto con il mare la loro ragione di vita, valorizzando tutti i propri talenti. Da personaggi del mondo della cultura a sportivi, che non potevano mancare nell’anno della ripresa delle attività sportive post pandemia e con le Olimpiadi di Tokyo alle porte”.

“Abbiamo voluto cercare, in giro per l’Italia, persone che non si sono volute accontentare della semplice vacanza, ma che hanno deciso di ‘sposare’ il mare come scelta di vita, – ha aggiunto Monica Napoletano. – Nel nostro Paese sono tantissimi quelli che hanno venduto casa e vivono in barca. Magari fanno i professori, i musicisti, gli insegnati, i mestieri più disparati, ma hanno intrapreso una scelta radicale, trasformando una passione nella loro vita. Ecco, qui vogliamo raccontare proprio queste storie“.

Infine, le parole bene auguranti di Ilario Simonetta, consigliere con delega allo Sport del Comune di Andora: “Questa manifestazione ha lo scopo di rendere vivo il nostro porto, valorizzare tutte le passioni e i talenti, ma non solo. Ringrazio personalmente, e a nome del Comune, i campioni presenti alla serata. Credo fermamente che il porto debba diventare un luogo di incontro e sport, non solo di mare. Qui abbiamo già ospitato la prima Ultra Maratona della Liguria e siamo riusciti ad organizzare importanti regate veliche nazionali e internazionali. Auguro quindi a ‘Porto sotto le stelle’ buon vento e buona navigazione, ricordando che Andora è e sarà sempre un Comune amico degli sportivi”.

Andora, buona la prima di “Porto sotto le stelle”

Ed essendo l’estate delle Olimpiadi di Tokyo non si poteva non iniziare la rassegna proprio con lo sport, rappresentano in questo caso da coloro che hanno puntato sul loro talento, dedicando se stessi alla propria passione. Persone che oggi, dopo tante vittorie, hanno deciso di mettersi al servizio dei ragazzi e dei nuovi talenti, facendone il lavoro della vita. È il caso di Gianfranco Sibello e Giorgio Poggi, facenti parte rispettivamente della G.S Sezione Vela – Guardia di Finanza e della Società Fiamme Gialle.

GIANFRANCO SIBELLO: “IL MARE E LA VELOCITà, PASSIONI DI UNA VITA”

Per Gianfranco Sibello, insieme al fratello Pietro (in collegamento), entrambi nati ad Alassio, si è trattato di un ritorno nel porto che li ha ospitati per gli allenamenti delle Olimpiadi di Atene 2004. Oltre a quelle di Atene, a cui ha preso parte all’età di 28 ani, Gianfranco ha partecipato anche alle Olimpiadi di Pechino nel 2008 e ai Giochi di Londra 2012. Dopo il termine della carriera, è diventato tecnico federale.

Il mare è una passione sin da quando eravamo bambino. Noi siamo alassini, nati a pochi metri dal mare, – ha raccontato Gianfranco Sibello ai microfoni di IVG.it. – Abbiamo iniziato da subito l’avventura in barca a vela e ci è subito piaciuta. Da lì siamo partiti, portando avanti questa passione per cercare qualcosa in più, che ci potesse legare sempre più al mare, a questo territorio e alla velocità. In carriera, infatti, abbiamo provato imbarcazioni sempre più veloci. Basti pensare che oggi mio fratello è su Luna Rossa, che vola letteralmente, il massimo. Tutto è partito da qua: proprio ad Andora, nel 2004, abbiamo varato la nostra imbarcazione in vista della Olimpiadi di Atene”. 

Andora, buona la prima per la rassegna “Porto sotto le stelle”

La scuola di vela è importante perché rappresenta la base dove si possono già da subito trovare bambini con passione. E iniziare a capire se qualcuno ha talento. Ma è ancora presto: colgo l’occasione per dire ai giovani di non avere fretta, ma di amare quello che fanno, che è la cosa più importante”, ha concluso Sibello.

GIORGIO POGGI: “HO TRASFORMATO Ciò CHE AMO IN UNA PROFESSIONE”

Giorgio Poggi, invece, nato ad Albenga, è stato, tra i tanti successi, 6 volte Medaglia d’Oro ai Campionati Italiani e ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino del 2008; ha vinto la Medaglia d’Oro al Campionato Italiano del 2012, la Swiss & Global Cup su Dighy Classico ed è stato di nuovo Medaglia d’Oro al Campionato Italiano di SB-20. Oggi è allenatore della Nazionale.

Andora, buona la prima per la rassegna “Porto sotto le stelle”

Sono nato qui, ad Albenga, sono legato al mare sin dalla nascita, – ha esordito. – La passione per il mare, nel mio caso, è nata fin da ragazzino, quando frequentavo il porto di Alassio con mio nonno, che aveva una barca. Lì ho iniziato a vedere i ragazzini più grandi con la barca a vela che ‘uscivano’. Così, in breve, ho iniziato ad ‘uscire’ anche io. Poi ho deciso di frequentare la scuola di vela e non saprei nemmeno dire come, ma è diventata una vera e propria passione, poi uno sport, fino ad ottenere risultati importanti. Infine, sono riuscito a trasformare questa passione in una professione. Oggi alleno la Nazionale e non posso che essere felice“.

“Sicuramente avere scuole di vela nei porti può essere un viatico per scovare nuovi talenti. Tutti i ragazzi che arrivano in Nazionale passano dai circoli locali, da ogni porticciolo. Cresceranno con i loro tecnici di circolo fino ad arrivare un giorno, se avranno passione e si prefiggeranno obiettivi chiari, a compiere un percorso importante”, ha aggiunto. 

Infine, una battuta sulle Olimpiadi di Tokyo alle porte e su possibili sorprese a “tinte azzurre”: “I velisti sono scaramantici, quindi non dico nulla (ride). Posso solo affermare che abbiamo una squadra forte e che ci sono tanti atleti con possibilità di fare bene. Dunque, teniamo le dita incrociate e speriamo arrivi un bel risultato“.

PROSSIMO OSPITE DELLA RASSEGNA: IL VELISTA DAVIDE BESANA

Il secondo appuntamento con la rassegna è il 31 luglio con Davide Besana, skipper dall’età di 18 anni, velista di successo, ha pubblicato innumerevoli libri di successo sulla vela. Ad Andora, in anteprima assoluta, con proiezioni di immagini, presenterà il suo nuovo libro dedicato all’Isola Gallinara.

leggi anche
Fratelli Sibello
Appuntamento
Andora, al via la rassegna “Porto sotto le stelle”: tra gli ospiti i fratelli Sibello
Davide Besana Andora
Appuntamento
“Porto sotto le Stelle” ad Andora, Davide Besana e la storia della Gallinara protagonisti della seconda serata

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.