Arte

Piastrelle a tema musicale per riqualificare le vie delle Fornaci di Savona

Realizzate dai bambini della scuola primaria XXV aprile, i pazienti del laboratorio espressivo di Asl2 e alcuni artisti di Savona

Piastrelle Fornaci Savona

Savona. I bambini della scuola primaria XXV aprile, i pazienti del laboratorio espressivo di Asl2 e alcuni artisti di Savona, giovani e di esperienza, hanno prodotto una serie di piastrelle, dedicate ai musicisti, da posizionare sotto le targhe che riportano i nomi delle vie del quartiere Fornaci di Savona.

Hanno collaborato al progetto il Comune di Savona, la Fondazione De Mari, SMS Fornaci, il Comitato Borgo delle Fornaci, Confartigianato Savona, la Fondazione CentoFiori, i commercianti.

Le opere, che ricordano gli artisti e le loro produzioni, sono state realizzate con la tecnica della fotoceramica e si andranno a unire alle piastrelle che sono già presenti negli stessi punti.

Il progetto è nato e partito due anni fa, ma pandemia e difficoltà burocratiche hanno allungato i tempi di “lavorazione”.

“Questo progetto legato alla ceramica – spiega Silvano Godani dell’associazione Judax Agorà – è iniziato nel 2012, dopo aver scoperto che sul sovra-porta del civico 30 di via Saredo c’era un piatto molto bello del ‘700 che rappresenta una Madonna. Da qui è nata l’idea di fare le ‘Madonnette delle Fornaci’. Poi abbiamo proseguito con gli antichi mestieri del borgo e siamo arrivati a delineare 32 pannelli abbastanza grandi che ritraevano la storia di Savona”.

“Non c’è mai stata, da parte delle amministrazioni, una grande attenzione al quartiere Fornaci. Con questa iniziativa vogliamo dare il nostro contributo per riqualificare la zona”, conclude.

“Mi congratulo per aver scelto di coinvolgere i bambini più piccoli – aggiunge l’assessore alla cultura Doriana Rodino – Ringrazio chi ha collaborato. Speriamo che queste ed altre piastrelle vengano presto ad adornare le vie del quartiere”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.