Ospedali di Pietra e Albenga, Paolino (Grande Liguria) contro Ciangherotti: "Basta campanilismi" - IVG.it
Botta e risposta

Ospedali di Pietra e Albenga, Paolino (Grande Liguria) contro Ciangherotti: “Basta campanilismi”

Il segretario provinciale di Grande Liguria: "Le due strutture siano complementari"

roberto paolino

Albenga. "Bisogna smettere di ragionare sulla sanità con inutile campanilismo ma finalmente cercando di fare gli interessi generali che poi sono quelli dei cittadini". Così il segretario provinciale di Grande Liguria Roberto Paolino ribatte alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere provinciale Eraldo Ciangherotti durante il podcast di IVG.

Ciangherotti ha affrontato il tema della sanità nel ponente savonese: "Albenga ha un ospedale nuovo, costruito secondo determinati criteri, e per effettuare il raddoppio servirebbero 50 milioni di euro, decisamente molto meno rispetto a quanto preventivato per la riqualificazione del Santa Corona – argomenta -. L’ospedale del ponente ligure è Albenga, senza dubbio. Perché territorialmente se uno pensa a Savona, Pietra Ligure, Albenga e Imperia, è Albenga baricentrico, non Pietra Ligure”.

"Non sono i locali nuovi o vecchi - aggiunge Paolino - a fare una buona sanità bensì le professionalità acquisite negli anni l'esperienza nel trattare le emergenze caratteristiche che il personale del dea ha nel proprio dna professionale, i problemi delle lunghe attese sono state create dalla gestione politica degli ultimi 20 anni purtroppo".

Ascolta "Ep. 5 La Telefonata | Quattro chiacchiere con Eraldo Ciangherotti, il politico più discusso del savonese" su Spreaker.

"Ho letto con attenzione le dichiarazioni di Ciangherotti - dice Paolino - e le giustifico in quanto non avendo esperienza ospedaliera tratta l'argomento delicato con evidente superficialità. In ogni caso - continua Paolino - non casco nella trappola di mettermi in contrapposizione ad Albenga come forse vorrebbe Ciangherotti, io che credo di avere un minimo di esperienza in ospedale, ritengo che i due nosocomi debbano integrarsi offrendo offerte sanitarie diversificate: il Santa Corona come dea di secondo livello e specializzata nelle emergenze e il Santa Maria di Misericordia come ospedale di elezione".

"Insistere con gli attacchi sconsiderati contro Santa Corona può per davvero danneggiare l'intera provincia facendo correre il rischio di farci perdere il dea di secondo livello. Mi rifiuto di pensare che il livore nei confronti di Santa Corona non arrivi fino al punto di auspicare che tolgano il dea"."

"Prometto che questa è ultima volta che rispondo alle cose che ho letto, anzi invito Ciangherotti a un confronto sereno sull'argomento quando e dove vuole, ricordandogli che Rosy Guarnieri non ha mai pensato né detto che il Santa Corona andasse chiuso ma insieme all'onorevole Foscolo e il sottoscritto avevamo presentato all'assessore Viale un piano preciso di integrazione degli ospedali di Albenga e Pietra facendoli diventare un unica entità se pur su due plessi differenti".

leggi anche
Generico luglio 2021
La telefonata
“Santa Corona? Struttura vecchia. Il futuro è l’ospedale di Albenga”: Ciangherotti show a “La Telefonata”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.