Posizione

No al turbogas in Liguria dalla commissione regionale: “Rinnovabili e sostenibilità ambientale”

Dopo la vicenda del progetto di Tirreno Power arriva la votazione su un altro impianto nel territorio ligure

centrale a gas

Vado Ligure.  Niente turbogas in Liguria. Dopo la vicenda del progetto di Tirreno Power per Vado Ligure, con l’azienda che ha poi rinunciato prima di ogni iter autorizzativo, ecco l’ordine del giorno in Regione, votato a stragrande maggioranza (solo 3 astenuti), sul No ad un’altra centrale dello stesso modello da parte Enel.

Il documento è stato presentato nelle commissioni congiunte Lavoro ed Ambiente e segna una significativa svolta politica.

“A questo punto il NO al turbogas è una posizione comune di tutte le forze politiche di maggioranza e minoranza. La Regione dovrà esprimere un parere nettamente contrario alla nuova centrale a Turbogas di Vallegrande per la parte dell’iter autorizzativo che le compete” afferma Roberto Centi, consigliere regionale della Lista Sansa.

“L’Odg ha valore di risoluzione ed obbliga la Giunta regionale ad attenersi. Voglio sottolineare che si è arrivati a questo importante risultato grazie ad un lavoro comune in cui le diverse forze politiche hanno pensato al bene comune di un territorio al di là delle differenze”.

“Adesso ogni energia deve essere impiegata a proseguire la battaglia affinché Enel prenda atto della situazione e si convinca a desistere dal progetto, l’area sia bonificata ed impiegata per industria innovativa e sostenibile. Ci sono tutte le condizioni, compresi i fondi dall’Europa, e ne va del futuro del nostro territorio e delle nuove generazioni” conclude.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.