Mercato immobiliare: in risalita nel savonese i prezzi di vendita e le locazioni - IVG.it
Focus

Mercato immobiliare: in risalita nel savonese i prezzi di vendita e le locazioni

A livello regionale, invece, per comprare casa servono in media 2.492 euro, lo 0,9% in meno del semestre precedente

Immobiliare

Liguria. Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it, in Liguria si registra un ulteriore calo per quel che riguarda i costi del residenziale nel primo semestre del 2021.

I prezzi richiesti per gli immobili residenziali in vendita si sono attestati a 2.492 euro al metro quadro, con un calo dello 0,9% rispetto al semestre precedente. Molto bene invece il mercato delle locazioni che segna un +3,5%.

Tutti i capoluoghi fanno registrare un segno più nei prezzi rispetto al semestre precedente – in particolare Imperia al +2,4% – con l’eccezione di Genova che perde invece l’1,6%. Male invece la provincia, ovunque con segno meno. Imperia e Savona le città più care, poco al di sotto dei 2.000 euro/mq (1.984 euro/mq e 1.922 euro/mq, rispettivamente).

In generale, date le diverse località di villeggiatura sparse nel territorio, la provincia è ben più costosa: si parte dai 2.432 euro/mq necessari per acquistare casa nei dintorni di La Spezia, fino ad arrivare ai 3.670 di Savona.

Per quanto riguarda le locazioni invece il costo medio, a livello regionale, sale a 8,8 euro al metro quadro, con un incremento del 3,5% rispetto al periodo luglio-dicembre 2020. In decisa controtendenza rispetto al mercato della vendita, Genova cresce del 2,6% mentre Imperia e La Spezia perdono il 2,5% e il 2,4% rispettivamente.

Tuttavia, gli aumenti più decisi negli affitti si registrano in provincia: +6,3% in quella di Savona, +5,5% a Genova e +4,6% a Imperia. Per quanti cercano una casa da affittare La Spezia è la città più cara, 8,3 euro/mq, mentre le province più costose sono quelle di Savona e Imperia, entrambe oltre gli 11 euro al metro quadro (11,8 e 11,3 euro/mq, rispettivamente).

Per la rete Tecnocasa si sta verificando un rinnovato desiderio di acquisto per investimento, complice il miglioramento della fiducia e anche la liquidità accumulata durante il lockdown. Gli investitori considerano quasi sempre il mattone una modalità per diversificare il proprio portafogli, essendo una tipologia di investimento con un basso rischio e da valutare con uno sguardo a lungo termine. Nel savonese i rendimenti annui lordi sono del 4,5% per un bilocale e del 4,1% per un trilocale, con riferimento all’aumento della percentuale di chi acquista per comprare la casa vacanza.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.