Loano, il Pd interroga il sindaco: "Città ancora senza Puc, manca un modello di sviluppo chiaro e condiviso" - IVG.it
Araba fenice

Loano, il Pd interroga il sindaco: “Città ancora senza Puc, manca un modello di sviluppo chiaro e condiviso”

"Spetterà alla nuova amministrazione l'arduo compito di risollevare il Puc dalle sue ceneri. L'araba fenice del Comune di Loano"

Giulia Tassara Roberto Franco Loano

Loano. Ha come tema principale il Piano Urbanistico comunale l’interrogazione presentata al sindaco di Loano, Luigi Pignocca, dai consiglieri del gruppo Pd Roberto Franco e Giulia Tassara.

“Il sindaco – affermano i due esponenti Dem – ebbe a dire che una città senza Puc non ha un modello di sviluppo. Loano si trova in questa condizione perché il primo cittadino e la sua maggioranza non sono stati in grado di approvare un Puc, peraltro saporitamente pagato 120 mila euro nel corso del suo ampio doppio mandato. Non sappiamo se risponda a verità il fatto che la mancata approvazione sia legata a problematiche interne alla maggioranza. Sarà vero?”

“Il fatto che comunque il nostro Comune aspetti da così tanto tempo il suo Puc è, di fatto, fortemente negativo perché il modello di sviluppo dell’amministrazione non è chiaro e condiviso. Di conseguenza vorremmo sapere le cause per le quali il sindaco Luigi Pignocca non abbia portato il Piano Urbanistico Comunale, per altro già elaborato e disponibile”.

Aggiungono Franco e Tassara: “Spetterà alla nuova amministrazione l’arduo compito di risollevare il Puc dalle sue ceneri. L’araba fenice del Comune di Loano. Non approveremo mai alcun conflitto di interesse in mano a chi dovrà lavorare al nuovo piano: serve un indirizzo politico forte e deciso, di cui Loano sente tanto il bisogno”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.