LaerH, nuovo sciopero di 8 ore e corteo dei lavoratori ad Albenga: "Commessa P180 unica salvezza" - IVG.it
Nuova protesta

LaerH, nuovo sciopero di 8 ore e corteo dei lavoratori ad Albenga: “Commessa P180 unica salvezza” fotogallery video

"Nessuna risposta sui carichi di lavoro, rischio licenziamenti inaccettabile"

laerh

Albenga. Dopo lo sciopero dello scorso 2 luglio, lunedì i lavoratori di LaerH saranno nuovamente in sciopero per l’intera giornata.

Negli ultimi 15 giorni infatti, nonostante l’interessamente del Prefetto, non si è concretizzata alcuna novità positiva rispetto ai carichi di lavoro per lo stabilimento di Albenga in grado di scongiurare il rischio, una volta terminati gli ammortizzatori sociali ancora a disposizione, di licenziamenti: “La Rsa di LaerH e le segreterie Fiom, Fim e Uilm Savona hanno organizzato una manifestazione che si terrà lunedì mattina ad Albenga con corteo che dal “Ponte Rosso” (inizio 9.30) raggiungerà il Comune dove ci confronteremo con gli esponenti istituzionali che raccoglieranno la nostra richiesta di attenzione nei confronto di una delle vertenze industriali più importanti della nostra Provincia. Ancora una volta ricordiamo che LaerH non è una semplice aziende dell’indotto Piaggio Aerospace bensì un suo fornitore strategico e come dalla soluzione della vertenza Piaggio passi anche quella di LaerH” affermano i sindacati di categoria.

“Le prospettive per lo stabilimento dell’azienda del settore aerospace insediatasi ad Albenga nel 2015 in virtù dell’accordo di programma Piaggio del 2014 si stanno facendo sempre più preoccupanti. I carichi di lavoro sono ad oggi limitati quasi esclusivamente al reparto montaggio (con quindi più della metà dei lavoratori in cassa integrazione) e, se si eccettuano le attività attualmente svolte per Piaggio, non c’è di fatto altro lavoro. La crisi del settore determinata dalla pandemia completa un quadro che si sta facendo sempre più drammatico”.

“E’ dalla fine del 2018, ossia dall’avvio dell’amministrazione straordinario in Piaggio, che i lavoratori stanno subendo pesantemente l’utilizzo degli ammortizzatori sociali ed il rischio, con la fine della CIGO con causale covid, è che dopo queste ulteriori 13 settimane, quindi a fine settembre, i lavoratori rimangano senza lavoro e senza ammortizzatori sociali, il che significa prospettiva di licenziamenti”.

“Un tale esito sarebbe inaccettabile e sancirebbe una sconfitta per tutti, a cominciare dalle istituzioni che devono essere garanti degli accordi sottoscritti, accordi che dovevano rilanciare una azienda strategica come Piaggio ed attirare nuove realtà produttive nel territorio generando nuova occupazione”.

“L’unica soluzione nell’immediato è data dalla possibilità di una commessa da Piaggio per ulteriori velivoli P180 destinati alle forze armate per cui non è però ancora arrivata l’approvazione del Ministero della Difesa e del Governo”.

Al presidio saranno presenti i delegati dello stabilimento Piaggio Aerospace di Villanova d’Albenga che porteranno la solidarietà dei lavoratori Piaggio, i quali a loro volta stanno attendono che la definizione dell’iter di vendita dell’azienda, rispetto al quale non c’è stato ad oggi alcun nostro coinvolgimento da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

leggi anche
sciopero LaerH
Richiesta
LaerH, l’assessore Benveduti: “Sblocco commesse P180 per nuovi carichi di lavoro”
 LaerH, il presidio dei lavoratori davanti alla Prefettura
Protesta
LaerH, presidio sotto la prefettura. I sindacati: “Tutelare i lavoratori e sbloccare la vendita di Piaggio”
LaerH, lo sciopero ad Albenga
Corteo
Sciopero e corteo LaerH ad Albenga: “In gioco il destino di 45 famiglie”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.