Il sindaco di Vado Giuliano risponde a Marinelli: "Parlato con i tifosi del Savona, no porte chiuse ma rispetto delle regole" - IVG.it
Sport

Il sindaco di Vado Giuliano risponde a Marinelli: “Parlato con i tifosi del Savona, no porte chiuse ma rispetto delle regole”

Non si è fatta attendere la replica del primo cittadino, che ha spiegato le ragioni della decisione

Monica Giuliano

Vado Ligure. Il sindaco Monica Giuliano risponde alle accuse rivolte dal vicepresidente del Savona Simone Marinelli, che ha criticato la scelta dell’amministrazione comunale di non concedere la subconcessione dello stadio “Chittolina” al club biancoblù nonostante l’accordo trovato con la dirigenza del Vado FC.

“Non si deve permettere di dire che faccio ripicche – esordisce il sindaco Giuliano – lo stadio del comune di Vado è dato in concessione al Vado Calcio, che ha insieme al comune obblighi nei confronti dell’impianto. Nei mesi scorsi l’utilizzo dello stadio non è stato concesso a un’altra società di Vado (la Vadese ndr)”.

“La questione – prosegue – non è tanto a chi concedere cosa. Si tratta di rispettare le regole esistenti. Non voglio negare nulla a nessuno. Ma se il Vado dispone di spazi adeguati bisogna a quel punto fare un’istruttoria tra le varie domande e capire nel rispetto dei regolamenti come muoversi. Ho parlato anche con Paolo Rinino, della tifoseria organizzata del Savona. Ho spiegato che sono a loro vicina e che se c’è la possibilità ospiterò volentieri il Savona. Vado è sempre solidale con chi ha bisogno, non soltanto dal punto di vista sportivo. Ripeto, domande e istruttoria, rispetto delle norme”.

Espressa la posizione dell’amministrazione sul merito del problema, un ragionamento più ampio sulla questione impianti sportivi provinciali: “In ogni caso, se il Savona non ha una campo in cui giocare, non è di certo colpa del sindaco di Vado. Il Savona non ha uno stadio? Parli col sindaco di Savona. Oppure mi chiamino dal comune, che è un capoluogo di provincia, e mi si chieda aiuto perché non sono in grado di avere uno stadio”.

“Il comune di Vado – conclude – ha sempre avuto la massima attenzione per impianti sportivi e società sportive, facendo investimenti e mettendo in atto scelte oculate nel corso degli anni. Dato che abbiamo i conti a posto, non più di quindici giorni fa abbiamo distribuito 70mila euro alle società sportive come contributo straordinario per le spese relative alle bollette. Lo scorso anno 120mila euro investiti nelle strutture. Insomma, a Vado teniamo allo sport, siamo pronti ad aiutare ma esigiamo rispetto per la nostra comunità, per le nostre società e per le normative”.

 

leggi anche
Palasport quiliano
Botta e risposta
Polisportiva Quiliano, Pastorelli sulle parole di Marinelli: “Non ce ne facciamo nulla dei soldi, a Quiliano dirigenti seri”
 Simone Marinelli
Senza mezzi termini
Savona, il vicepresidente Marinelli ne ha per tutti: “L’accordo con il Vado per il campo vanificato dal sindaco Giuliano”
Vadese Calcio 2018: l'inaugurazione della nuova sede
Il punto della società
La Vadese prende posizione dopo l’attacco di Marinelli: “Ci aspettiamo delle scuse”
Generico luglio 2021
Messaggio
Polemica Savona – Vado, i tifosi contro Giuliano: “Chi comanda, la Vadese?”
arcigay - scaramuzza
Polemica savona-vado
Marinelli offende Giuliano in un video, Arcigay: “Scaramuzza lo difende, scandaloso”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.