Presente

Fauna selvatica e danni alle coltivazioni, la Provincia di Savona spinge per “piano venatorio speciale”

Olivieri: "Pieno sostegno alla richiesta delle categorie"

Provincia Coldiretti Genova

Provincia. Si è svolta a Genova, davanti alla Regione Liguria, e contemporaneamente in molte altre piazze italiane, la protesta nazionale degli agricoltori, organizzata da Coldiretti, per manifestare la situazione di allarme causata dall’invasione delle fauna selvatica che ormai da anni crea danni e grosse problematiche che non riguardano solo la produzione alimentare ma la sicurezza generale.

Il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri ha partecipato all’incontro, portando il supporto dell’amministrazione provinciale nell’ambito del ruolo importante di coordinamento territoriale e il concreto supporto nei confronti delle associazioni di categoria e dei Comuni che necessitano un intervento immediato.

“Questa mattina ho partecipato all’incontro organizzato da Coldiretti Liguria in piazza De Ferrari dinanzi alla Regione per evidenziare la gravissima problematica dei danni creati alle coltivazioni da parte della fauna selvatica, in particolare cinghiali, problema che si trascina da tempo ma che si è acutizzato quest’anno”. Erano presenti diversi amministratori locale della provincia savonese.

Il vice presidente e assessore regionale all’agricoltura Alessandro Piana è stato consegnato un documento che si propone di portare all’attenzione del Consiglio regionale l’adozione di misure urgenti, con riferimento (essendo di competenza direttamente della Regione) ad un piano faunistico-venatorio speciale e che risolva la situazione in maniera congiunta ad altre azioni a difesa dei terreni e delle imprese agricole.

“Ho manifestato l’attenzione e la presenza dell’Ente che, a prescindere dal fatto che al momento non abbia più competenze dirette, è e sarà presente nel raccogliere e stimolare l’attenzionamento da parte degli operatori e delle associazioni di categoria e assumere per quanto è nel proprio ambito, soprattutto a livello di coordinamento territoriale con i Comuni, a partire da quelli più interessati, ma comunque di tutta l’area provinciale nel complesso, l’assunzione di una posizione formale e concreta a sostegno di questa importante richiesta di intervento e aiuto.”

leggi anche
Generico luglio 2021
Mobilitazione
Flashmob degli agricoltori: “Fateci abbattere i cinghiali, sono peggio della peste…”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.