Albenga, lotta al commercio abusivo: maxi sequestro della polizia locale - IVG.it
A 360°

Albenga, lotta al commercio abusivo: maxi sequestro della polizia locale

Il sindaco Tomatis: "La contraffazione, infatti, è solo la punta di un iceberg che nasconde realtà drammatiche"

Albenga merce contraffata sequestrata

Albenga. Maxi sequestro di scarpe, maglie e pantaloni delle più importanti griffe, tutte contraffatte, vendute abusivamente sul territorio comunale. E’ questa l’operazione portata a termine, nella giornata di ieri, dal nucleo di agenti specializzati della Polizia Locale di Albenga che ha sequestrato un ingente quantitativo di merce abbandonata da un venditore abusiva datosi poi alla fuga.

“Nelle ultime settimane – spiegano dal Comune – i controlli sono stati rivolti, non solo nei confronti dei venditori abusivi, ma anche e soprattutto sulla rete, strutturata e organizzata, sviluppata dagli stessi sul territorio comunale. Gli agenti hanno monitorato in particolare i movimenti di molti venditori abusivi notando come gli stessi raggiungessero Albenga con i mezzi pubblici, in particolare il treno, spesso, senza avere con sé la merce che, evidentemente, trovano già sul territorio”.

Attraverso l’osservazione dei “pendolari del commercio abusivo” gli agenti hanno dedotto la presenza sul territorio comunale di veri e propri “depositi” spesso ricavati tra gli scogli, nei capanni abbandonati nelle campagne vicine alla zona mare e in ruderi.

Da qui sono partite le diverse operazioni che hanno portato, negli ultimi giorni, alla denuncia di un cittadino senegalese già noto alle forze dell’ordine per aver commesso la stessa tipologia di reati e al sequestro della merce contraffatta abbandonata durante la fuga da un altro venditore abusivo. I controlli continueranno nelle prossime settimane e per tutto il periodo estivo.

“L’azione dell’Unità Operativa Sicurezza Urbana, negli ultimi 10 giorni, ha fatto registrare un’intensificazione del contrasto all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare sono stati eseguiti diversi sequestri di cocaina a carico di soggetti extracomunitari segnalati conseguentemente all’Autorità Giudiziaria. Gli interventi di monitoraggio e contrasto allo spaccio si concentrano, non solo nelle aree centrali della città, ma spesso anche nelle frazioni cittadine e mirano, non solo ad una attività repressiva del fenomeno, ma anche preventiva. Importantissimo – sottolineano dal Comune -, per il contrasto ai reati in questa materia, il controllo costante sul territorio e la sensibilizzazione dei giovani che troppo spesso rischiano di entrare nella spirale della droga”.

“La Polizia Locale si pone a servizio dei cittadini che, spesso, decidono di rivolgersi proprio al Comando di Albenga per sporgere denuncia contro illeciti subiti, certi di trovare interlocutori a loro vicini e professionali con i quali rapportarsi. Tale attività, che spesso potrebbe essere sottovalutata e meno visibile all’occhio del cittadino, consente agli agenti di venire a conoscenza di attività illecite in danno ai privati e alle attività commerciali”.

Continuano e si intensificano, in particolare nel periodi estivi – ricordano -, i controlli sul territorio da parte degli agenti dell’ Unita Operativa della Polizia Locale di Albenga. Il monitoraggio viene effettuato, oltre che nelle principali vie cittadine sia del centro che delle frazioni, nelle aree pubbliche e giardini dove si verificano bivacchi. La Polizia Locale, durante i servizi di pattugliamento, intervengono sugli stessi al fine di restituire alla popolazione la civile fruizione degli spazi e tutelare il decoro urbano”.

“In aumento anche il numero delle persone fotosegnalate attraverso apposita apparecchiatura Spis, dal Comando ingauno.” Tale attività fa registrare un incremento dei controlli di soggetti privi di documenti di identità ed irregolari con la posizione di soggiorno sul territorio nazionale.

“Sono molto soddisfatto dell’attività posta in essere dal comando della Polizia Locale di Albenga che si occupa 365 giorni l’anno e a 360° del territorio cittadino – afferma l’assessore alla sicurezza e al commercio Mauro Vannucci -. In particolare, ed anche nella mia qualità di assessore al commercio, voglio complimentarmi con gli agenti per le azioni effettuate a contrasto del commercio abusivo che danneggia, inevitabilmente, il nostro tessuto commerciale. Le attività di repressione di questo fenomeno sono volte a tutelare i nostri commercianti ed anche i consumatori che, acquistando tale merce, oltre a rischiare sanzioni, mettono a repentaglio la loro salute. In alcuni casi, infatti, essendo merce priva di certificazioni e controlli, la stessa viene realizzata con materiale (coloranti e colle) che potrebbe essere nocivo”.

“Nel complimentarmi con la Polizia Locale per le attività che continuano a svolgere su tutto il territorio, mi voglio soffermare sull’importante operazione di contrasto al commercio abusivo posta in essere nelle ultime settimane – aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis -. La contraffazione, infatti, è solo la punta di un iceberg che nasconde realtà drammatiche. E’ importante far capire ai cittadini che, oltre a danneggiare le realtà commerciali legali, chi compra tali oggetti alimenta, magari inconsapevolmente, il mondo della criminalità organizzata e favorisce lo sfruttamento del lavoro nero, a volte anche di quello minorile. Dietro il singolo venditore spesso si nasconde una vera e propria organizzazione strutturata sul territorio. Per questo, operazioni come quella posta in essere dalla Polizia Locale di Albenga, sono particolarmente importanti e devono essere portate avanti con costanza”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.