"World Wide Meeting 500 storiche": è già record per la “Festa Planetaria” dedicata al Cinquino - IVG.it
Prima edizione

“World Wide Meeting 500 storiche”: è già record per la “Festa Planetaria” dedicata al Cinquino

Ben 3.400 i Cinquini in 100 piazze, provenienti da 22 Nazioni

Fiat 500

Garlenda. Tre giorni ed un centinaio di eventi in Italia e all’estero: in questo consiste la prima edizione del “World Wide Meeting delle Fiat 500 storiche”, in programma dal 2 al 4 luglio 2021. “Risultato eccezionale per un evento concepito in pieno periodo Covid, che ha raggiunto lo scopo ‘antidepressivo’ che il Fiat 500 Club Italia si era posto”, hanno fatto sapere dal Club.

L’evento si compone di tanti raduni in ogni angolo della Penisola e in 22 Nazioni dei cinque continenti, ai quali parteciperanno complessivamente 3.400 equipaggi e che tutti potranno comunque seguire grazie all’intenso palinsesto al quale si sta dando forma definitiva in questi giorni.

“Tramite il sito internet del Fiat 500 Club Italia (www.500clubitalia.it) saranno trasmessi momenti in diretta o filmati preparati ad hoc, in modo da offrire a tutti gli appassionati uno spaccato di ciò che sta accadendo a centinaia se non addirittura a migliaia di chilometri di distanza. Distanza che sarà così annullata, grazie alla comune passione e alla tecnologia, alimentando il clima di festa e il coinvolgimento dei cinquecentisti, che da mesi attendevano di rimettere davvero in moto le proprie bicilindriche”, hanno aggiunto ancora dal Club.

Da registrare la grande collaborazione tra i fiduciari italiani, che in diversi casi hanno scelto di riunire le forze di vari coordinamenti per realizzare eventi di spessore, e l’impegno dei Club stranieri, legatissimi alla madrepatria della storica utilitaria.

Ma cosa bolle in pentola? “In primis, la scelta delle location permetterà di ammirare luoghi suggestivi, da Piazzale Michelangelo a Firenze alle Saline dello Stagnone a Marsala, dalle Mura di Lucca alla Penisola Sorrentina, dal Museo dell’Automobile di Torino all’Auto Museum di Belgrado, che conserva la 500 che fu donata da Agnelli a Tito, passando per l’Espoo Car Museum di Helsinki. Borghi, scorci naturali, castelli, monumenti vari, le grandi città come Roma e l’Aja, fino ai luoghi a noi più lontani come l’Uruguay, il Sud Africa, la Nuova Zelanda, l’Australia, la Thailandia e il Giappone”, hanno proseguito dal sodalizio di Garlenda.

Ed oltre al rombo dei motori e ai colori delle carrozzerie, il pubblico potrà deliziarsi con veri e propri spettacoli di ogni genere: esibizione di gruppi folkloristici, cabarettisti, corpi bandistici, chef alle prese con prodotti tipici, figuranti in abiti storici, interventi delle autorità e di ospiti speciali.

Il tutto per festeggiare il mitico Cinquino, icona del made in Italy, la vetturetta che ha motorizzato il Paese e che sarà celebrata in particolare il 4 luglio, suo compleanno, con una Giornata Mondiale ad hoc che ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.