Violenza sessuale di gruppo sulla sorella dell'amico: due giovani arrestati - IVG.it
Arresti domiciliari

Violenza sessuale di gruppo sulla sorella dell’amico: due giovani arrestati

Durante una festa in casa avrebbero approfittato della ragazza mentre erano in preda ai fumi dell'alcol

Savona. I poliziotti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione a due misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dall’Autorità Giudiziaria a carico di due giovani, con l’accusa di violenza sessuale di gruppo.

Secondo la ricostruzione dei fatti i due, entrambi 20enne e di origine straniera, ma residenti da lungo tempo in Italia, avrebbero approfittato della sorella di un loro amico nel corso di una festicciola in casa durante la quale sono state consumate bevande alcoliche.

Mentre il fratello della vittima, anch’egli sotto effetto dell’alcol, si trovava in un’altra stanza a dormire, i due arrestati avrebbero sottoposto la giovane, poco più che maggiorenne, a pesanti e ripetute avance che a un certo punto, nonostante i suoi ripetuti rifiuti, sono degenerate sfociando nella violenza sessuale.

L’episodio si è verificato in un alloggio di Savona. A sporgere denuncia è stata la stessa vittima. La 18enne, passati due giorni dalla terribile esperienza, si è aperta e confidata con una sua amica, che l’ha convinta a denunciare l’accaduto: da lì sono partite le indagini della Squadra Mobile, svolte con massimo riserbo e delicatezza considerata la situazione.

Nel corso delle indagini che hanno ricostruito la vicenda, avvenuta nello scorso mese di maggio, sono stati sequestrati i telefonini dei due giovani, il cui contenuto è tuttora al vaglio degli inquirenti.

Oltre agli elementi probatori già raccolti dagli agenti, sono quindi ancora in corso accertamenti investigativi sulla vicenda.

Nei prossimi giorni sono previsti gli interrogatori dei due 20enni raggiunti dalla misura cautelare: dovranno rispondere di un grave reato.

Sull’episodio ha parlato il dirigente della Squadra Mobile Rosalba Garello: “Stiamo ancora completando le indagini del caso, tuttavia mi sento di fare una riflessione sulla base del contesto nel quale è maturata questa violenza: la ragazza dovrà fare un lungo percorso per recuperare questo trauma soprattutto per la sua giovinezza”.

“E’ opportuno rilevare un necessario ambito preventivo rispetto ai nostri giovani e al consumo di bevande alcoliche, che genera effetti nefasti e atteggiamenti aggressivi come dimostra quanto successo durante la festa” conclude.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.