Vergogna a Savona: molti parcometri sono rotti ma si rischia la multa mentre si cerca quello funzionante - IVG.it
Commento

Vergogna a Savona: molti parcometri sono rotti ma si rischia la multa mentre si cerca quello funzionante

Un fatto eticamente riprovevole e che potrebbe costituire anche un reato

parcometri

Savona. Ogni giorno ha le sue pene, recitava un vecchio detto, e questa città non sembra certo sfuggirgli. Anzi, di pene ne ha molte, ma la giornata di oggi ne segnala una che sembra avere dell’incredibile.

Il problema non è nuovo, però nessuno sembra coglierlo nella dovuta gravità. Molte macchinette dei parcometri non funzionano, o non lo fanno in modo corretto, costringendo gli automobilisti che parcheggiano nelle strisce blu a cercare qua e là per piazze e strade quella che gli consegni il tanto agognato fogliettino da esporre sul parabrezza.

Solo che… solo che, nel frattempo, si corre il forte rischio di essere multati, soprattutto dai vicesceriffi ausiliari del traffico.

È nomale una cosa del genere? È intellettualmente onesto che un’amministrazione comunale (se volete aggiungete alla combriccola l’Ata, che gestisce i parcometri) accetti, e si renda anzi responsabile di un fatto del genere? Un fatto che, alla fine della fiera, non potrebbe financo avere i contorni del reato (non ti metto in condizione di pagare e nel frattempo ti multo)?

Evitiamo di parlare della politica, di partiti di maggioranza e di opposizione, di sindaci e aspiranti tali passati, presenti e futuri, perché il silenzio è troppo.

A noi sembra semplicemente una cosa vergognosa, che potrebbe benissimo essere evitata con un minimo – ma proprio un minimo – di buon senso, come sospendere le multe fino a quando i cittadini saranno messi in condizione di pagare: perché – e anche qui sta il paradosso – pagare vogliono, ma spesso non possono farlo in tempo da evitare la multa.

Più informazioni
leggi anche
Parcometro Savona
Novità
Parcometri di Savona, 15 macchinette presto sostituite con altre prese “a noleggio”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.