Val Bormida, pressing degli amministratori leghisti per la Carcare-Predosa - IVG.it
Unità di intenti

Val Bormida, pressing degli amministratori leghisti per la Carcare-Predosa

Il vice sindaco di Cairo Roberto Speranza invita anche gli altri amministratori a fare squadra

albenga-predosa tracciato

Val Bormida. Dentro o fuori il piano infrastrutturale legato alle grandi opere previste nel Recovery Plan? E’ ancora difficile dirlo, ma l’Albenga-Carcare-Predosa, come spesso è capitato in passato, torna sul tavolo degli interventi per la viabilità savonese e ligure, in particolare ora che la situazione autostradale ha dimostrato tutte le sue criticità e bisogno di alternative.

Questa volta il pressing arriva dal vice sindaco di Cairo Roberto Speranza, che ha chiamato a raccolta altri amministratori locali della vallata della Lega per chiedere l’inserimento dell’opera nel programma di infrastrutture.

“La storia della Carcare-Predosa poi diventata Albenga/Borghetto-Predosa la conosciamo praticamente tutti. Sono passati quasi vent’anni da quando il senatore Sambin riuscì a far mettere a disposizione delle amministrazioni locali delle risorse ministeriali per uno studio di fattibilità di una bretella autostradale che collegasse l’ovest della nostra Liguria al mondo produttivo lombardo e al nord Europa. Si parlava già di piattaforma logistica di Vado ligure, di corridoi europei TEN-T, dei porti liguri uniti come un’unica banchina portuale” afferma il vice sindaco cairese.

“La Liguria deve dimostrare di essere capace di affiancare al primo porto italiano, quello di Genova, potenziato con la nuova Diga Foranea e servito dalla Gronda, un porto come quello di Savona, specializzato nelle rinfuse e nelle auto, ma soprattutto con quello di Vado Ligure con la piattaforma multifunzionale della Maersk. Una Liguria capace di essere il punto di accesso a nord ovest per l’Italia e per l’Europa, ma che necessita di infrastrutture autostradali e ferroviarie capaci di rispondere alle richieste del mercato”.

“La provincia di Savona può coprire questo gap infrastrutturale con la Carcare-Predosa e magari utilizzando meglio la ferrovia Savona-Cairo-Alessandria. Bene è ora di portare a casa l’obiettivo! Noi amministratori valbormidesi della Lega abbiamo già avviato una interlocuzione con i nostri rappresentanti provinciali, regionali e nazionali, ma chiediamo a tutti coloro che amministrano con lungimiranza i propri territori e capaci di portare valore aggiunto alla propria azione politica, di chiederlo anche loro ai propri referenti”.

“Una richiesta unica, un’unità di intenti: le possibilità ci sono, noi della Lega lo vogliamo…” conclude il vice sindaco cairese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.