Sgombero campo nomadi Fontanassa, Zunino (Arci): "Azione inattesa e alloggi non ancora pronti. Faremo denuncia e ricorso al Tar" - IVG.it
Pugno di voti

Sgombero campo nomadi Fontanassa, Zunino (Arci): “Azione inattesa e alloggi non ancora pronti. Faremo denuncia e ricorso al Tar” fotogallery

Oggi previsto l'incontro con il vescovo di Savona che ha dato la sua disponibilità per parlare della situazione

Savona. “E’ una mossa inattesa quella messa in campo dall’amministrazione di Savona, tenendo conto che proprio ieri abbiamo contattato il Comune e la Prefettura per avere un appuntamento”.

A dirlo è Franco Zunino, presidente provinciale di Arci Savona in merito allo sgombero avviato questa mattina del campo nomadi della Fontanassa. “Non ci immaginavamo minimamente che questa mattina succedesse quello che è accaduto – riprende Zunino -. Io credo che sia una pagina buia e nera della Savona democratica del dopoguerra perchè il Comune di Savona era conosciuto per essere un Comune attento ai soggetti più fragili, deboli, con un servizio sociale tra i più avanzati in tutto il Paese”.

In piena pandemia, pensare di buttare giù delle case, seppur abusive (sappiamo tra l’altro che gli sfratti sono fermi in tutta Italia), senza dare alternative a chi ci abita, e pensare di togliere l’acqua in estate con bambini e anziani è considerato un pugno di voti” prosegue il presidente di Arci.

Ciò che indigna ancor di più Zunino è che “gli alloggi non dovrebbero essere in fase di preparazione: da quello che abbiamo scoperto, alcuni alloggi avevano infissi rovinati e senza riscaldamento. Sicuramente sono cose che devono essere concordate, non bisogna limitarsi a dire ‘vedremo di allestire degli alloggi’, tra l’altro mi immagino in maniera temporanea, perchè giustamente si può andare a risiedere in un alloggio pubblico facendo un bando perchè c’è urgenza”.

“Infine, c’è un diritto fondamentale che hanno le persone rom: esiste una normativa europea che prevede che i Comuni debbano allestire dei campi per queste popolazioni. A questo punto faremo ricorso al Tar e una denuncia al tribunale dei diritti umani a livello europeo perchè penso che questo sia una lesione nei diritti delle comunità sinti”, conclude Zunino, che oggi avrà un incontro con il vescovo di Savona che ha dato la sua disponibilità per parlare della situazione.

leggi anche
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Fulmine a ciel sereno
Savona, caos alla Fontanassa: scatta lo sgombero del campo nomadi
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Rabbia
Sgombero alla Fontanassa, l’avvocato Branca: “Gravi episodi di violenza e violazione dei diritti fondamentali”
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Lo sfogo
Sgombero e taglio dell’acqua, il capo dei Sinti tuona: “Dal 30 giugno dovremo defecare in mezzo alla strada”
Savona 2021, la presentazione di Angelo Schirru
Il commento
Sgombero campo nomadi Fontanassa, Schirru: “Situazione illegittima e di pericolo da anni, si troverà una soluzione dignitosa”
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Reazione
Sgombero campo nomadi Fontanassa, il PD savonese: “Specchio dell’inadeguatezza dell’amministrazione”
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Lettera
Sgombero campo nomadi, il commento di Franco Astengo
Sgombero campo nomadi Fontanassa
Fulmine a ciel sereno
Sgombero campo nomadi, Caprioglio: “Trovata sistemazione per 15 persone, le altre hanno rifiutato di stare in albergo”
ruspa campo nomadi
Iniziativa
Savona, a Cantagalletto una cena solidale per i sinti: ricavato destinato a pagare il ricorso al Tar

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.