Consumatori

Servizio acquedotto e fognature, Assoutenti: “Soddisfazione clienti deve essere misurata con la Carta dei servizi”

"Acqua va gestita secondo criteri appropriati e non speculativi, avrà costi sempre più elevati e a volte insopportabili"

Generica

Savona. “Non si attenuano le polemiche riguardo il servizio comprensivo per acquedotto, fognature e depurazione e Assoutenti Savona ribadisce la propria volontà di contribuire alla tutela degli utenti nel rispetto delle norme vigenti”.

A dirlo è Assoutenti stesso che continua: “Va premesso che l’acqua non è una componente accessoria ma vitale per l’intero sistema ambientale, sociale ed economico e per la continuità della nostra permanenza in questo angolo del pianeta , così bello ma così delicato. Si è vissuto con l’errata convinzione che l’acqua fosse un bene inesauribile, di facile gestione e da fornire quasi gratuitamente. La realtà è ben diversa: l’acqua è destinata ad essere insufficiente e perciò preziosa, va gestita secondo criteri appropriati e non speculativi, avrà costi sempre più elevati e a volte insopportabili”.

“La disponibilità del passato non ha sollecitato la creazione di invasi atti a garantire scorte sufficienti per i momenti di siccità, le reti di distribuzione comunali (obsolete e inadatte) richiedono investimenti di notevoli dimensioni dalla nuova gestione comprensoriale e i fondi disponibili sono insufficienti a coprire costi così elevati; la conseguenza più logica sarà un progressivo aumento delle tariffe – proseguono da Assoutenti -. Dato che il problema si allarga a tutta la realtà nazionale ed il conflitto di interessi tra chi gestisce il servizio e i diritti degli utenti che lo ricevono potrebbe inasprirsi ulteriormente, al fine di garantire una giusta gestione del servizio alla luce di una normativa appropriata e rispettosa di diritti e doveri è stato demandato il gravoso compito all’Autorità garante per l’energia, il gas ed i servizi idrici integrali denominata Arera”.

“Arera dispone linee di comportamento, di verifica e di sanzioni che oltre la salvaguardia e la tutela degli utenti intrattiene una proficua collaborazione con le Associazioni dei Consumatori – riprendono -. La conseguenza più immediata è avere sancito l’obbligo a livello nazionale della redazione di una ‘Carta di qualità dei servizi’ in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori.
La ‘Carta di qualità dei servizi’ oltre che essere redatta in perfetta concordanza con il regolamento di fornitura deve prevedere il continuo monitoraggio sulla qualità e l’economicità del servizio, la possibilità di fornire proposte e suggerimenti, chiedere ed ottenere rimborsi ,inoltrare reclami e addivenire, se del caso, a procedimenti di conciliazione per redimere eventuali controversie.
La ‘Carta di qualità dei servizi’ è lo strumento più adatto per dare alle parti in causa precisi punti di riferimento, ridurre la conflittualità, dare dignità e consapevolezza del suo ruolo all’utente-consumatore ; la sua mancanza non trova giustificazioni e va colmata il più presto”.

“Abbiamo fatto rilevare all’ente preposto APS (ATO provinciale), nella figura del suo presidente, la necessità di procedere quanto prima con proposte e bozze da elaborare; per il momento la carta in essere non ha formalmente alcuna validità perché non concordata – aggiungono da Assoutenti -. Esiste comunque un elaborato al quale fare riferimento ed è la Carta adottata da CIRA in accordo con Assoutenti Savona che potrebbe essere del unica per tutta la provincia, se adottata anche da APS”.

“Per le polemiche e i reclami degli utenti e le controverse interpretazioni date da amministratori locali riguardo la richiesta di un fondo cauzionale da parte di Servizi Ambientali SPA di Borghetto Santo Spirito il presidente di Assoutenti Savona, l’avvocato Maria Laura Ragazzi, si è rivolta direttamente ad Arera per riferire ed avere un intervento sul caso, nel rispetto delle normative vigenti”.

“Purtroppo i nodi mai precedentemente risolti del ponente savonese stanno venendo al pettine ed ad elencarli tutti non basterebbe un romanzo a puntate – affermano da Assoutenti -: potenziamento impianto depurazione di Borghetto, allaccio fognature di Pietra Ligure e Borgio Verezzi, impianto dei misuratori per ogni appartamento dei condomini, lettura sistematica dei contatori, contratti speciali per irrigazione orti e giardini, sistemazione adeguata e recupero acque reflue del depuratore, recupero insoluti di utenti morosi, adeguamento logistico per gli sportelli di ricevimento del pubblico, elezione , stabilità e responsabilità gestionale del presidente della Servizi Ambientali SPA”.

“Occorre ripristinare un clima di fiducia e soddisfazione degli utenti, misurandolo periodicamente attraverso gli strumenti che la carta dei servizi saprà indicare; così operando, se pure difficile, ci sarà un domani più sereno e produttivo” conclude Assoutenti.

Più informazioni
leggi anche
Treni regionali presentazione Savona nuovo "Pop"
Manifestazione
Manifestazione a Borghetto, Assoutenti: “Il governo approvi il piano straordinario treni”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.