Savona, sabato 5 giugno torna lo spettacolo della Jet Ski Therapy con Fabio Incorvaia: appuntamento al porto - IVG.it
Disabilità

Savona, sabato 5 giugno torna lo spettacolo della Jet Ski Therapy con Fabio Incorvaia: appuntamento al portoevento

Il 7 volte campione: "Dopo 20 mesi di stop bello tornare a sentire le urla divertite dei ragazzi che hanno patito questi momenti di pandemia"

Savona. Dopo 20 mesi di stop torna lo spettacolo della Jet Ski Therapy con il 7 volte campione del mondo Fabio Incorvaia e i suoi ragazzi speciali. L’appuntamento è per sabato 5 giugno dalle 10 alle 18 “una gioia pazzesca sia da parte mia che da parte dei ragazzi che parteciperanno – afferma il campione savonese -. Sarà un’occasione tutta dedicata ai ragazzi disabili che hanno avuto una vita molto difficile in questo anno di pandemia“.

“Spesso si sono visti privare dei servizi ospedalieri, hanno visto chiudere i centri dove erano soliti passare le giornate: proprio per questo hanno bisogno di tornare a divertirsi e di farlo in un ambiente dove possono essere loro stessi senza nessuna paura e nessun rischio di essere giudicati da nessuno – continua Incorvaia -. Saranno in un ambiente dedicato a loro, in un mondo parallelo, unicamente loro. Sentire le loro urla di gioia mentre guido è un qualcosa di indescrivibile e sono contento che tutti potranno guardare la bellezza di questi ragazzi, di questi campioni”.

L’evento sarà realizzato in una sorta di “bolla Covid-free“: dalle 8.30 Fabio Incorvaia e il personale che avrà un contatto diretto con i giovani effettueranno i tamponi e solo con esito negativo lo spettacolo potrà iniziare. La cosa bella è che l’intero evento potrà essere godibile tranquillamente sul tuo smartphone: IVG.it a partire dal primo tampone effettuato seguirà ogni fase dello spettacolo in diretta. Per ulteriore sicurezza, l’area dedicata all’evento sarà transennata e raggiungibile solo dagli invitati, ma le esibizioni che partiranno alle 10 e continueranno fino alle 18 saranno visibili da diversi punti affacciati sul porto di Savona per la cittadinanza interessata. Durante l’evento inoltre i mezzi su cui saliranno i ragazzi saranno continuamente sanificati anche grazie al contributo della Croce Oro di Albissola.

Questa volta, oltre le classiche moto d’acqua su cui saliranno i ragazzi, ci sarà anche una canoa speciale a forma di dragone, che porterà un po’ di Cina a Savona. Ovviamente i ragazzi disabili potranno, in tutta sicurezza, provare l’emozione di salirci assieme a 6 membri dell’equipaggio e al ritmo dei tradizionali tamburi.

I partecipanti saranno in tutto 120, mentre gli invitati 400 e come ogni occasione seguirà la consegna delle coppe ai vincitori grazie alla partecipazione del sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, dell’assessore savonese allo sport, Maurizio Scaramuzza, e dell’assessore regionale allo sport, Simona Ferro. Ci sarà un intervento anche del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che si esprimerà in un video-messaggio.

Non possono mancare poi dei punti ristoro con cibo e bevande per i partecipanti. “Ci tengo a ringraziare con il cuore tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa iniziativa in un momento così particolare – afferma Incorvaia -. Ringrazio l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ufficio territoriale di Savona, la Capitaneria di porto di Savona e la Questura, l’amministrazione comunale, l’assessore allo Sport Maurizio Scaramuzza, il sindaco Ilaria Caprioglio, il corpo dei vigili urbani, Chicchi di Riso Onlus, la Croce Oro di Albissola e i Canottieri Sabazia”. Nel corso dell’evento ci saranno anche un medico rianimatore del San Paolo di Savona e e due infermieri rianimatori.

Dopo un anno di pandemia è giusto che questa iniziativa riparta dalla città in cui è nata – afferma soddisfatto l’assessore allo sport Maurizio Scaramuzza –. L’idea che Fabio Incorvaia aveva avuto nel 2019 era stata supportata dall’amministrazione comunale e partendo proprio dalla città della Torretta si è replicata in altre località”. Scaramuzza rassicura sul rispetto delle normative anti contagio: “Ovviamente i ragazzi e gli accompagnatori saranno tutti vaccinati”.

L’assessore poi sottolinea quanto questo progetto sia importante e significativo per i ragazzi che partecipano: “Per noi potrebbe essere una sciocchezza, ma è un’occasione in cui i ragazzi vivono emozioni fortissime. Io ho visto mamme che dopo la manifestazione andavano a ringraziare Fabio per aver dato ai figli questa opportunità di divertimento e svago. Una giornata che per loro vale tutto l’anno”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.