Savona 2021, Versace con Liguria Popolare: "Nessuna frattura ma un altro percorso, arriveremo al ballottaggio" - IVG.it
Presentazione

Savona 2021, Versace con Liguria Popolare: “Nessuna frattura ma un altro percorso, arriveremo al ballottaggio”

"Ora vorremmo fare un po’ più di politica e meno ragioneria”

Savona. “Ho accettato con entusiasmo la proposta perché mi ritenevo nelle condizioni di poter avere questo in carico avendo conseguito una quarta specialità in ‘consigliere comunale’. Ho studiato 5 anni in Comune. Non ci si può improvvisare e come ci vuole esperienza come in tutte le attività. Mi sono adoperato per fare l’interesse dei savonesi e io l’impegno l’ho messo tutto”. Così l’ex segretario cittadino e consigliere comunale di Forza Italia Francesco Versace spiega la nascita di questa nuova lista e la sua candidatura a sindaco.

Alla presentazione hanno partecipato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, il coordinatore regionale di Liguria Popolare Antonio Bissolotti, il segretario provinciale di Liguria Popolare Matteo Marcenaro, il consigliere comunale Susanna Karunaratne.

Non sono stato minimamente considerato nella scelta del candidato sindaco e quindi ho accettato la proposta del sottosegretario Costa di presentarmi con una lista democratica di moderati”.

“Liguria Popolare e Forza Italia – aggiunge per “giustificare” la decisione – sono sempre andati insieme nella stessa lista quindi credo di essere rimasto nella mia collocazione politica”.

La coalizione nella quale è stato eletto alla scorsa tornata elettorale nel 2016 ha scelto un ex primario in pensione senza esperienza quando ne aveva uno “in casa” con esperienza: “Il centro destra fa le sue scelte liberamente. Quindi ognuno prende le proprie decisioni e ritengo che questa sia democrazia”.

Sul programma e le questioni da affrontare: “C’è tanto da lavorare, siamo partiti con 100 milioni di debiti ereditati da chi ci ha preceduto e abbiamo dovuto fare troppa ragioneria e forse poca politica. Ora vorremmo fare un po’ più di politica e meno ragioneria”.

“Il comune di Savona ha tanti problemi – ammette – primo tra tutti la pulizia, la spazzatura e l’ambiente che deriva da una cattiva gestione precedente di Ata. Oggi non siamo ancora riusciti a far diventare la città pulita, abbiamo parlato tanto di cassonetti intelligenti e abbiamo la spazzatura spesso attaccata ai cassonetti e spesso gli ingombranti rimangono dove sono. Al di là di alcune scelte politiche c’è la volontà di fare tanto per Savona”.

“Anche viabilità e sanità devono essere al centro dell’attenzione della prossima giunta. L’ospedale di Savona in questo momento è privato dei primari. Noi dall’inizio del mandato nel 2016 abbiamo cercato di portare avanti il potenziamento del nosocomio savonese andando in Regione con Caprioglio più volte”.

Questa nuova lista presenta una possibile “minaccia” per il candidato Schirru: “Se ci dividiamo rischiamo di perdere ma devono essere rispettati i principi di ciascuno e non si può essere messi da parte in occasione di determinate scelte”. E per il ballottaggio ancora nessuna certezza: “Prima pensiamo a votare al primo turno”.

Il sottosegretario alla salute Costa aggiunge: “Abbiamo cercato di metterci a disposizione del territorio e di farlo in maniera convinta attraverso la capacità, l’esperienza e la sensibilità di ciascuno. Noi in questi 5 anni abbiamo sostenuto lealmente il sindaco uscente. Oggi siamo di fronte a un’altra storia, c’è un’altra proposta all’interno del centro destra. Percorriamo una strada autonoma senza dare vita ad alleanze diverse ma crediamo di poter fare una proposta alla città da soli”.

“E’ un movimento civico regionale – aggiunge Bissolotti – che è federato a livello nazionale con Noi con l’Italia guidato da Maurizio Lupi. Noi sentiamo troppo spesso nominare il “civico” a sproposito ma ormai sta diventando quasi un obbligo di andare a cercare persone che non abbiano avuto esperienza politica. Ci sembra un rifiutare e allontanarsi dalla politica con la P maiuscola. Avere esperienza non deve limitare”.

“Il sindaco uscente persona validissima ha pagato di non avere esperienza politica. Essendo un movimento civico, i candidati non avranno mai avuto esperienza politica ma a maggior ragione crediamo che il candidato debba avere esperienza amministrativa. Noi ci poniamo al centro dello schieramento convinti in opposizione alla sinistra estrema e al centro destra. Convinti di poter dare un segno forte e saremo una delle due componenti che andrà al ballottaggio“.

leggi anche
Piazza Sisto
Ufficiale
Savona 2021, Liguria Popolare strappa col centrodestra e va da sola: Versace candidato sindaco?
luca aschei
Andare oltre
Savona 2021, il candidato sindaco Aschei si presenta: “Un nuovo modo di fare politica con spirito di comunità”
Savona 2021, la presentazione di Angelo Schirru
Deciso
Savona 2021, il diktat di Schirru: “Pretendo collaboratori di comprovata esperienza”
angelo schirru presentazione
Ufficiale
Savona 2021, Toti lancia Angelo Schirru: “Persona giusta tra continuità e rinnovamento”
Piazza Sisto
A zero
Savona 2021, Di Tullio ne ha per tutti: “Schirru una vittima, il centro sinistra un paracarro”
muzio ambulanze
Decisioni
Forza Italia e Liguria Popolare si scindono, Muzio: “Gruppo in consiglio regionale pronto a cambiare nome”
Monica Giuliano Mascherina
I nomi
Savona 2021, in caso di vittoria di Schirru l’assessorato al porto sarà di Monica Giuliano
Piazza Sisto Savona Mattino Giorno Generica Comune Municipio
Lettera
Savona 2021, Bruno (Europa Verde): “Russo ha un programma discusso e ridiscusso. E gli altri?”
Savona buche
Riflessione
Savona 2021, Europa Verde: “Non solo lavori per farsi belli con gli elettori, serve una rivoluzione della viabilità”
versace candidato sindaco
Commento
Savona 2021, Costa (Liguria Popolare): “La nostra è un’alternativa moderata”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.