Primo caldo e stabilimenti balneari da sold-out, i gestori: "Bello rivedere i clienti con questa voglia di vivere" - IVG.it
Levante savonese

Primo caldo e stabilimenti balneari da sold-out, i gestori: “Bello rivedere i clienti con questa voglia di vivere”

Titolare Bagni Vittoria: "Ho notato educazione e rispetto delle regole maggiore se paragonato alla scorsa estate"

Albisole/Celle/Varazze. La stagione estiva 2021 si è aperta con grande sorpresa in un batter d’occhio, conducendo le persone nel giro di pochi giorni dall’indossare giacche a costumi da bagno. E’ per questo che quelli appena trascorsi si possono così decretare la settimana e il primo weekend di vero caldo che ha registrato un tutto esaurito nel levante savonese. Sia cittadini che turisti hanno invaso le spiagge in particolare il sabato e la domenica, ma anche in settimana i numeri sono stati importanti.

“Noi abbiamo aperto ufficialmente questa stagione estiva il 15 maggio – commenta il presidente degli stabilimenti balneari delle Albisole, Danilo Garbarini -. Ma il bel tempo e il caldo sono arrivati solo la settimana appena conclusa, un periodo di stasi abbastanza lungo che ci ha però permesso di ‘tastare il terreno‘, valutare le prenotazioni e accogliere al meglio i turisti in linea con tutte le regole anti-Covid. Il vero boom è arrivato questo fine settimana che è stato davvero affollato. Sia ad Albisola Superiore che a Marina tutti i bagni hanno registrato un tutto esaurito e di questo ne siamo molti felici, perchè ci fa sperare in una vera ripartenza”.

Ma se chiediamo cosa può rappresentare per gli stabilimenti balneari delle due Albisole questa seconda stagione estiva alle prese con il Covid, la risposta di Garbarini sorprende: “Quello che abbiamo iniziato l’anno scorso a causa della pandemia è un modo di lavorare tutto nuovo che apprezziamo molto: con le modalità di prenotazioni che avvengono tramite ‘Obiettivo Spiagge’, un’apposita applicazione studiata dal Consorzio Spiagge di Savona, l’esperienza del personale degli stabilimenti balneari di tutto il savonese e del cliente è migliore – commenta Garbarini -. Noi abbiamo così la possibilità di lavorare con più professionalità e il cliente è più soddisfatto, evitando code e avendo già a disposizione la propria postazione con ombrellone, sdraio e/o cabina”. Non a caso infatti si sta pensando di continuare a utilizzare un’applicazione simile anche in fase post-Covid per la prenotazione degli ombrelloni a distanza e con un servizio puntuale e più smart. Una vera rivoluzione che svela l’altra faccia, quella più propositiva, della pandemia.

Anche nella vicina Celle Ligure si respira entusiasmo. Igor Gambetta, che porta avanti la tradizione di famiglia con i Bagni Ellida, stabilimento storico in pieno centro, sorride: suo nonno, Vittorio, ha insegnato a nuotare a generazioni di cellesi e turisti. “E’ stato il primo vero weekend da tutto esaurito – ci racconta -, finalmente ho visto la gente, i nostri clienti, con la voglia di tornare di nuovo a vivere. Abbiamo lavorato bene, speriamo sia l’inizio di una bella stagione di normalità”.

A Varazze, “l’assalto” dei turisti e la grande voglia di mare è testimoniato, oltre dalle spiagge piene, dal numero di posteggi auto e moto rimasti in città: nessuno. “Abbiamo lavorato molto e soprattutto bene” è il commento di Andrea Craviotto, titolare dei Bagni Vittoria, di fronte alla centralissima Piazza Bovani, che poi sottolinea: “Ho notato l’educazione dei clienti, il rispetto delle regole, maggiore se paragonato alla scorsa estate. Tutti infatti indossavano la mascherina”. Ma la sensazione positiva per l’inizio di questa stagione di ripartenza per Craviotto ha un unico rammarico: “Mi spiace di non aver potuto accogliere tutti, ma con i distanziamenti più di così non abbiamo potuto fare”.

“Grazie alle prenotazioni che abbiamo, in linea con lo scorso anno, si prospetta una buona stagione balneare. Per luglio e agosto contiamo già il tutto esaurito”, conclude Danilo Garbarini. Il merito è anche dei “prezzi contenuti che non hanno subito aumenti nonostante i vari interventi per l’igiene della persona con continue sanificazioni e distanziamenti tra ombrelloni”, che hanno comportato un aumento dei prezzi e una riduzione dei clienti (quindi di introiti) per gli stabilimenti balneari. Speriamo solo che ora i cantieri in autostrada diano una tregua e non rechino troppi disagi alla circolazione per chi volesse anche solo trascorrere un fine settimana in riviera.

leggi anche
spiaggia albisola covid
Estate 2021
Albisole, in spiaggia stesse regole dello scorso anno: tornano paletti e sacchetti
Noli panorama
In provincia
Turismo, domanda e offerta non si incontrano: aziende in allarme per la mancanza di lavoratori stagionali

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.