Paralimpiadi, il sogno di Matteo Orsi si ferma in semifinale - IVG.it
Peccato!

Paralimpiadi, il sogno di Matteo Orsi si ferma in semifinale

Dopo aver vinto quattro incontri, l'albisolese si è arreso al polacco Maciej Nalepka

Matteo_Orsi_a_Lasko_qualificazioni_paralimpiche_2021_contro_il_giapponese_Shihichi_Yoshida

Albisola Superiore. A Lasko, in Slovenia, si è svolto il torneo mondiale di qualificazione paralimpica, che ha ammesso i vincitori e le vincitrici di ogni classe ai Giochi di Tokyo 2020.

L’avventura di Matteo Orsi è iniziata giovedì. Nel Gruppo C della classe 3 l’albisolese ha battuto per 3-0 (11-8, 11-9, 11-6) il giapponese Shihichi Yoshida e per 3-0 (11-8, 12-10, 11-8) il francese Sylvain Noel.

Venerdì mattina Matteo ha completato l’opera superando per 3-2 (9-11, 11-6, 11-7, 8-11, 11-5) il coreano Jang Yeongjin. Il primo set è stato lottato e sul 9-9 l’asiatico ha conquistato gli ultimi due punti. Nel secondo il ligure è stato travolgente (7-1) e ha impattato agevolmente la situazione. Si è preso anche il terzo parziale salendo dal 6-6 al 9-6 e chiudendo alla prima delle tre palle set (10-7) a sua disposizione.

Orsi è parso in grado d’imporsi anche nella quarta frazione. Con un rovescio fantastico si è portato sul 6-4, poi però ha subìto il ritorno dell’avversario (6-7), che dal 7-7 ha prevalso, prolungando la sfida alla bella. L’azzurro ha cambiato campo sul 6-3 e sul 10-5 ha sfruttato il primi match point.

Nel primo turno del tabellone l’albisolese era opposto allo sloveno Primoz Kancler e ha prevalso per 3-1 (11-9, 11-8, 10-12, 11-1). Nella prima frazione è stato raggiunto dal 5-3 al 5-5. Ha riassunto il comando e non lo ha più lasciato capitalizzando il secondo dei due set-point (10-8) a sua disposizione. Nel secondo parziale il ligure è stato irresistibile in partenza (6-0), l’avversario però non ha desistito si è riportato a ridosso (8-9). Il direttore tecnico Arcigli ha chiamato time-out e, al ritorno al tavolo, sono arrivati gli ultimi due punti.

Nel terzo set si è lottato (8-8), poi Kancler ha avuto due palle per accorciare le distanze (10-8), che gli sono state annullate. Alla terza (11-10) ha centrato l’obiettivo. Il prosieguo è stato un assolo di Orsi, autore di una prestazione dilagante (9-0), che ha tolto qualsiasi possibilità di replica al rivale.

Questa mattina Matteo Orsi è stato il primo a gareggiare tra gli italiani, nella semifinale. L’atleta del Tennistavolo Savona non è riuscito a coronare il sogno di accedere alle Paralimpiadi: ha ceduto a Maciej Nalepka con un 3-0 molto tirato (9-11, 9-11, 10-12). Grande equilibrio nel primo set (7-7), poi il savonese si è portato sul 9-7, ma ha ceduto i quattro punti successivi. Nel secondo il polacco è salito sul 4-1 e dal 4-7 Matteo lo ha agganciato (7-7). Sul 9-9 ancora Nalepka ha chiuso. Orsi ha provato a invertire la tendenza (3-1) e il rivale lo ha raggiunto (3-3). Si è lottato fino al 9-9, poi l’atleta di Varsavia si è procurato un match point e se lo è visto annullare; al secondo è andato in finale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.