Medici libero-professionisti già vaccinati, ma all'Asl 2 non risulta: "Entro 5 giorni ci sospendono dall'attività" - IVG.it
Il caso

Medici libero-professionisti già vaccinati, ma all’Asl 2 non risulta: “Entro 5 giorni ci sospendono dall’attività”

"Speriamo che il problema si rivolva per non avere inconvenienti sulla nostra attività medica"

Covid, nel savonese al via le vaccinazioni con i medici di base

Savona. Un caso sul quale sono in corso verifiche da parte dell’Ordine dei Medici della provincia savonese e che riguarda alcuni medici, ormai in pensione ma che svolgono attività libero professionale fuori regione, ai quali è arrivata una raccomandata da parte dell’Ufficio Igiene della Asl 2 con la “richiesta urgente di provare con certificato l’avvenuta vaccinazione anti-Covid o l’avvenuta prenotazione”.

Per l’azienda sanitaria savonese non risultano tra il personale sanitario ancora vaccinato: “Non siamo certo dell’esercito No Vax – prova a scherzare un medico residente a Loano che attualmente esercita la sua attività in una clinica di Alessandria. Naturalmente sono stato vaccinato quasi subito proprio nella struttura sanitaria piemontese che aveva disposto il piano di vaccinazione per tutti i medici – aggiunge -. Ho un regolare certificato vaccinale che la Regione Piemonte ha inoltrato all’Ordine dei Medici e lo stesso ordine professionale ha notificato all’Asl 2, eppure non risulta…”.

“Ho chiesto di controllare al mio medico di famiglia sul programma cui accede per prenotare o verificare le vaccinazioni e risulto non vaccinato, potendo quindi in teoria effettuare prenotazione tramite lui. Dall’Ordine dei Medici, invece, mi hanno girato la mail indirizzata al responsabile Asl 2 nella quale era allegato il mio certificato vaccinazione”.

Difetto di comunicazione? “Può darsi, non so cosa sia successo, ma il mio caso è speculare ad altri sui quali sono state chieste spiegazioni e ragguagli all’Ordine dei Medici, considerando il rischio di stop all’attività medica se non risultiamo vaccinati” sottolinea ancora il medico loanese. “Inoltre, la Asl 2 ha inviato una raccomandata via posta, quando magari alcuni colleghi sono via dalla loro residenza o in vacanza, senza utilizzare alcune comunicazione elettronica, davvero incredibile…”.

“Tra l’altro, anche solo con una semplice verifica sull’identità elettronica il sottoscritto, come penso anche gli altri medici nella mia situazione, risultano regolarmente vaccinati, quindi non si capisce cosa sia successo”.

“Auspico che a breve si possa risolvere la questione, intervenendo al tempo stesso le possibili falle nel sistema Asl 2 sul personale medico e sanitario al quale è già stato a suo tempo somministrato il vaccino fuori dai confini liguri, anche per le pesanti conseguenze di legge e professionali che comporta una mancata vaccinazione a carico di un medico, o meglio di un deficit nelle banche dati sanitarie”.

Per l’Ordine dei Medici “una situazione spiacevole per i colleghi, ma risolvibile grazie al certificato vaccinale”, tuttavia gli accertamenti proseguono di concerto con la stessa Asl 2.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.